La nuova proposta della compagnia aerea tedesca parla chiaro: Alitalia ha 2.000 #esuberi da tagliare per una significativa ristrutturazione che andrà fatta per poterne eseguire l'acquisizione. La New Alitalia infatti, secondo la compagnia tedesca, dovrà essere più piccola di personale e di flotta.

Le richieste di Lufthansa

Queste sono le condizioni scritte da Carsten Spohr, l'amministratore delegato della #Lufthansa, in una lettera inviata al ministro italiano dell'economia e sviluppo Carlo Calenda.

Lufthansa chiede inoltre che la ristrutturazione deve avvenire prima dell'effettiva cessione, dovrà essere a carico dell'amministrazione straordinaria la quale dovrà provvedere quanto prima se vorrà avere la Lufthansa come relatore unico.

I tempi per la cessione dell'ex compagnia di bandiera italiana [VIDEO] in questo modo si fanno ancora più lunghi, è sarà difficile trovare un vero accordo prima delle elezioni di marzo con le nuove condizioni attuali, dove il carico per i tagli ricade sul comparto amministrativo straordinario.

Spohr, il CEO della compagnia tedesca, nella lettera inviata al ministro Calenda e ripresa da Reuters dichiara:

'Pur riconoscendo le preziose misure adottate fino ad oggi sotto la guida dei commissari, crediamo fermamente che resti una considerevole mole di lavoro da fare prima che Lufthansa sia nella posizione per entrare interamente nella successiva fase del processo'.

Acquisizione Alitalia: si affacciano nuovi concorrenti in pista

La tedesca Lufthansa non è la sola compagnia aerea interessata ad Alitalia.

Il gruppo Air France-Klm si candida nuovamente per l'acquisizione del vettore, forti della nuova alleanza con EasyJet, i quali hanno letteralmente 'scaricato. il fondo Cerberus per unirsi ai francesi.

Questa nuova alleanza, Air France con EasyJet, ha come punto di forza la collaborazione la Delta Air Lines, i quali hanno già da tempo iniziato dei negoziati con Alitalia per aumentare i voli verso gli Stati Uniti.

Bisogna tenere a mente che la Delta Air Lines sta progettando dei grandi piani di sviluppo, dove possono essere previsti anche investimenti per oltre 2 miliardi nelle partnership internazionali.

I tre commissari adesso dovranno stabilire quale sarà l'opzione da scegliere tra Lufthansa, che chiede l'eliminazione di 2.000 esuberi, la nuova compagnia che sta andando a formarsi Air France e EasyJet e il fondo Cerberus, la cui offerta rimane debole perché non ha partner europei validi.