È finalmente arrivato il 2018, questo vuol dire che la nuova legge di stabilità del governo è in atto. Oggi vediamo tutti i bonus per le mamme e le famiglie che sono stati stanziati dal governo per l‘anno in corso.

Bonus Bebè

Dopo tante controversie è stato confermato il bonus bebè, che prevede il versamento tramite iban o bollettino postale di 80 o 160 euro a seconda della soglie di reddito ISEE. Fino a 25.000€ verranno erogati 80€ al mese, mentre sotto la soglia di 7.000€ ne verranno erogati dall'Inps 160€.

Questo bonus vale per le mamme che hanno registrato la nascita, l‘affido o l‘adozione di un bambino nell'anno 2018. A differenza degli altri anni il bonus per i nati nel 2018 verrà erogato solo per 12 mensilità, mentre chi ne aveva già fatto richiesta negli anni precedenti, continuerà a percepirlo fino ai 3 anni del bambino. Nel 2019 poi la somma verrà dimezzata. Per ottenerlo va fatta la richiesta tramite il sito Inps o recandosi al patronato, portando la DSU (dichiarazione sostitutiva) per dimostrare la soglia isee.

Si ricorda che bisogna rinnovare l‘Isee dopo il 15 maggio per continuare a usufruire del bonus, altrimenti questo verrà sospeso fino al ricevimento del nuovo isee.

Bonus mamma domani

Come già dall'anno scorso, il bonus mamma domani è stato riconfermato. Si tratta di una tantum di 800€ corrisposti alla donna che abbia superato il settimo mese di gravidanza o che abbia già partorito, adottato o preso in affido un bambino.

Per questo bonus non è necessario un limite di reddito e viene corrisposto a tutte le mamme che ne fanno richiesta. È un agevolazione data per sostenere le prime spese del bambino o le spese mediche della mamma in gravidanza.

Assegno di maternità

È un assegno erogato dai comuni a quelle mamme che non lavorano o non possono far valere 3 mesi di contributi negli ultimi 18 mesi. Viene erogato per 5 mensilità ed è pari a 338,69 €.

Per questo assegno serve la soglia isee di 16.995€ e la domanda va fatta entro i sei mesi dalla nascita del bambino o dalla sua effettiva entrata in famiglia, in caso di adozione. La domanda va compilata e presentata al proprio comune di residenza, il quale eroga la prestazione.

Ci sono anche altre agevolazioni, come quella per chi ha più di 3 figli, inoltre ci sono gli assegni familiari e le riduzioni delle tasse di luce e gas per determinate famiglie con requisiti particolari o per chi ha un figlio diversamente abile di cui occuparsi.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!