Dal 16 aprile sarà possibile scaricare online il 730 pre compilato. Grazie alla nuova normativa tramite questo si potrà ricevere il bonus per gli studenti che vivono fuori sede, ovvero che studiano ad almeno 100 Km dalla propria città ( 50 km in casi particolari). Tutti i giovani che abitano lontano per motivi scolastici, quindi, potranno scaricare dalle tasse il 19% della spesa per un affitto, recuperando in effetti gran parte dei costi sostenuti.

Quando è possibile usufruire del beneficio per studenti fuori sede e a quanto ammonta

Gli studenti che abitano lontano dalla propria città per motivi di studio e che sono altresì titolari di un contratto di affitto, possono chiedere la detrazione dell’importo, tramite il modello pre compilato disponibile online dal 16 aprile, per un limite massimo di 2633 euro. La detrazione, infatti, permette di poter recuperare il 19 % della cifra spesa.

Unica condizione per ricevere tale bonus è che la città universitaria prescelta si trovi ad almeno 100 Km di lontananza dalla propria città di residenza.

Il rimborso complessivo, facendo i calcoli, ammonta quindi a 500 euro annui. Solo per gli anni 2017 /2018 la detrazione potrà essere richiesta anche se l’abitazione scelta si trovi nella stessa provincia dove è residente lo studente. Resta però l’obbligo della distanza di 100 chilometri per quanto riguarda i comuni.

Agevolazioni maggiori per gli studenti che risiedono in zone di montagna o disagiate

Tra le novità, disposte per tale materia, ci sono ulteriori agevolazioni per gli studenti il cui comune di residenza è ubicato in zone di montagna o disagiate o non facilmente raggiungibili. In questo caso il beneficio potrà essere erogato anche se la città scelta come sede di studi si trovi a una distanza di soli 50 chilometri.

Per calcolare l’effettiva distanza ( dei 100 e dei 50 chilometri) si deve tenere presente il domicilio fiscale della famiglia in cui lo studente vive come figlio a carico e quindi calcolare il percorso che lo studente deve fare per raggiungere l’università, prendendo in considerazione autostrade, reti ferroviarie e linee degli autobus. Questo perché il beneficio è concesso nel caso in cui le spese che l’universitario dovrebbe sostenere per raggiungere la città ove è ubicata la propria sede di studi, risultino troppo eccessive e gravose sul bilancio familiare.

La detrazione si può richiedere attraverso la compilazione del Rigo E8/E10 codice 18 del modello pre compilato.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto