Da oggi il Telepass diventa europeo. La società leader mondiale per i pagamenti del pedaggio autostradale, ha debuttato con una nuova iniziativa, ovvero il telepass europeo. Il tutto nasce dall’accordo con la compagnia francese Aprr-Area e quella spagnola Pagatelia, accordo che permetterà ai clienti Telepass italiani di viaggiare comodamente anche in Francia, Spagna, Portogallo, e presto anche in Austria, Polonia e Belgio.

Il Telepass europeo: cos'è, come attivarlo e quanto costa

Tramite questo nuovo Telepass sarà possibile pagare anche il parcheggio senza ricorrere a grattini o similari, in tutte le città che prevedono il servizio, oltre alle italiane Milano, Roma, Napoli, Firenze e Torino, si potrà usufruire dell’agevolazione anche in molte città oltralpe quali Madrid, Barcellona e Parigi. Molto positivo il commento dell’amministratore delegato del gruppo Atlantia di cui fa parte la società Telepass, Giovanni Castellucci: “Finalmente il servizio di pedaggio potrà essere esteso ad altri Paesi europei.

Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto con Francia e Spagna e ci auguriamo di proseguire in questo percorso. Aspettiamo infatti una nuova operazione, definita Abertis, per estendere ancora di più il nostro raggio d’azione”. Per poter usufruire dei nuovi servizi, e entrare in possesso del nuovo Telepass Europeo, basterà chiedere l’attivazione sul contratto Telepass Family in qualsiasi Punto Blu presente sulle autostrade italiane.

In questo modo si potrà ritirare anche il nuovo dispositivo. I nuovi clienti invece potranno ricevere direttamente il Telepass europeo. Presto si potrà attivare il servizio anche online.

Il costo di attivazione è di 6 euro con un pagamento aggiuntivo di 2,40 euro solo nel mese in cui si oltrepassi la frontiera. L’addebito dell’importo del pedaggio estero sarà effettuato con le stesse modalità di quello italiano.

La nuova mission: 'Ampliare il servizio in tutta Europa'

“Siamo molto soddisfatti di poter offrire questa opportunità anche ai veicoli leggeri “ ha sottolineato l’amministratore delegato di Telepass, Gabriele Benedetto. “Questo nuovo Telepass permetterà a tutti di viaggiare con un solo apparecchio in quattro Stati diversi”. Il progetto era già nato per i mezzi pesanti che potevano viaggiare con un solo Telepass in ben sette Nazioni differenti.

“La nostra mission - ha ribadito Benedetto - è quello di assistere tutti i nostri abbonati non solo in Italia ma in tutta Europa”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto