Quest'anno, rispetto alla tradizionale data del 6 luglio, i saldi estivi prenderanno ufficialmente il via il 1° luglio con l'apprezzamento generale da parte dei commercianti siciliani e particolare attenzione nelle città ad alto interesse turistico.

Il punto

Questo è quanto emerso da un sondaggio effettuato in tempo reale tra gli iscritti della Cidec Sicilia e svolto dall'Osservatorio economico della stessa Cidec negli ultimi sette giorni, dopo l'incontro che si è tenuto a Palermo nella mattinata di ieri 4 giugno nella sede dell'assessorato regionale alle Attività produttive.

Tale anticipazione, secondo Confesercenti Sicilia, sarebbe utile ad intercettare tutti i siciliani che non hanno ancora lasciato la città per andare in vacanza e tutti quei turisti che si trovano in Sicilia e approfittano degli sconti per concedersi qualche coccola in più per lo shopping.

L'opinione di Bivona

Per il presidente regionale della Cidec Sicilia, Salvatore Bivona, vige un certo ottimismo tra i negozianti per quelli che potrebbero essere i possibili risultati che scaturiranno dal decreto firmato dall'assessore Mimmo Turano, che stabilisce, rispettivamente, le date di avvio e termine dei saldi il 1° luglio e il 15 settembre.

Tale atmosfera ottimistica degli esercenti, riguarda principalmente il bilancio scaturito dal rapporto tra saldi e flussi turistici nelle città ad alto tasso turistico come quelle d'arte e tutte quelle particolarmente frequentate durante l'estate.

Tuttavia, ha precisato Bivona, esistono delle variabili imprevedibili che possono incidere pesantemente sul decorso delle vendite: primo tra tutti, il clima che, come è noto, ha manifestato situazioni di instabilità, piogge e basse temperature durante la stagione primaverile.

A tale proposito Bivona ha anche affermato che l'anticipo dei saldi potrebbe rivelarsi una sorta di "antidoto" alla tradizionale metodologia promozionale che gli esercenti adottano per attirare la propria clientela, quali sms e offerte indirizzate esclusivamente ai clienti fidelizzati, e che pur comprendendo le finalità economiche degli esercenti, la data di avvio degli sconti dovrà essere uguale per tutti e, trattandosi di una disposizione, dovrà essere rispettata.

Il ruolo della Cidec

La Cidec, insieme ad altre associazioni, appartiene ai sindacati che si sono sempre dichiarati favorevoli all'avvio anticipato sia dei saldi estivi che di quelli invernali: sul piano biennale regionale, fissano i saldi estivi, appunto, il primo sabato di luglio e quelli invernali il primo sabato di gennaio, ma di anno in anno l'avvio verrà anticipato compatibilmente con le necessità manifestate dagli operatori economici.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto