Nella puntata di questo giovedì 13 giugno della trasmissione "Piazzapulita" su La7 è intervenuto fra i vari ospiti di Corrado Formigli anche il presidente nazionale del Pd ed ex Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, il quale si è soffermato in particolare su numerosi aspetti economici e politici attuali.

'Procedura infrazione? Il sovranismo ci indurrà a cedere sovranità'

Sui temi economici l'ex Premier ha detto: "Siamo all'angolo.

L'UE ci dice che per la prima volta è stata di fatto avviata una procedura di infrazione verso il nostro Paese. Cosa facciamo da qui a 20 giorni per evitare che essa parta? Se viene fatta l'UE di fatto entrerebbe nel nostro Paese a dettarci passo dopo passo le scelte di Politica economica. Cioè il sovranismo ci induce a cedere la sovranità del nostro paese: questo avviene se parte una procedura di infrazione, che abbiamo sempre evitato in questi dieci anni.

Nei prossimi giorni il Governo deve evitarci amenità come i mini-bot e le cassette di sicurezza".

Poi Gentiloni ha aggiunto: "A me pare che oggi ci siano praticamente tre governi in Italia: uno di Tria e Conte, poi c'è il Governo Di Maio e quello di Salvini. In una situazione così rischiamo di andare poco lontani. Abbiamo venti giorni di tempo per evitare l'infrazione e dobbiamo prendere decisioni, anche ricostruendo al più presto alleanze.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Tasse

In questo periodo ci ha dato una mano Macron per attenuare gli effetti di questa situazione, per lasciare aperto uno spiraglio. Noi del PD abbiamo dei meriti se ci sono questi spiragli, siamo l'unico partito italiano che sta in maggioranza nell'UE e abbiamo fatto il possibile per influire affinché le politiche fossero più flessibili verso l'Italia. Lo facevamo quando governavamo noi, lo facciamo anche con il Governo attuale. Ma se loro invece usano l'UE per mobilitare contro un nemico esterno e guadagnare consensi, io sono molto preoccupato: tutto questo non finisce bene".

Gentiloni: 'Governo prepara micidiale aumento delle tasse'

Sui temi fiscali l'ex Premier ha detto: "Lo shock fiscale che stanno preparando è un micidiale aumento delle Tasse, basta leggersi cosa ha scritto il documento di Economia e Finanza a pagina 111, che il Governo prevede. Poi c'è la discussione sulla Flat Tax, che non ha coperture e che non è giusta. Non è giusto che chi guadagna 1500 euro al mese paghi la stessa aliquota di chi ne guadagna 6000 (...) Noi abbiamo chiuso la nostra esperienza di Governo con un debito sostanzialmente fermo, specie guardando le percentuali.

Forse la riduzione è stata infinitesimale, ma quando sono arrivati loro è aumentato molto. Chi pensa che è tutto un complotto di Moscovici andrà incontro a grossi problemi. Sono i mercati internazionali che non investiranno. La reazione internazionale verso l'Italia sarà molto pericolosa, nonostante il PD cerchi di aprire dei varchi. Questo governo si muove con lo slogan "Tanti nemici, tanto onore", mentre dovremmo cercare alleanze con chi ha problemi simili al nostro, come Francia e Spagna, per cambiare la politica economica tedesca. Il problema è che l'Italia ha litigato con tutti e non viene invitata neanche a prendere un caffè".

'Di Maio e Salvini hanno un patto per far durare il Governo, per il Paese è meglio votare subito, PD punti al 27-28%'

Passando ai temi più direttamente politici, Gentiloni ha spiegato: "La durata del Governo? I due vice-premier si sono messi d'accordo per farlo durare, questo è successo negli ultimi giorni. Che poi il patto tenga davvero io non lo so. Sicuramente Di Maio e Salvini hanno detto "noi restiamo qua". Il mio timore è che il Governo sia paralizzato, è meglio andare a votare".

Poi ha aggiunto: "Viviamo una specie di conflitto di interesse come PD sulle elezioni: a noi forse converrebbe avere un po' più di tempo a disposizione, ma per l'interesse del Paese sarebbe meglio votare al più presto. Questo è un Governo scombinato, che unisce sovranismo, nazionalismo e destre radicale, ma al tempo stesso è paralizzato. E' meglio che questo Governo pericoloso si tolga di mezzo il prima possibile. Il PD farà il suo lavoro: ovvero rafforzarsi, provando ad arrivare ben oltre l'attuale 23%, magari al 27 o 28%. Poi dobbiamo costruire un sistema di alleanze di centrosinistra. Complessivamente dobbiamo puntare al 40%, magari guardando in direzione dei verdi e ambientalisti. Un'area che in altri paesi vale dal 13 al 16%, forse ci vorrebbe un'offerta del genere anche in Italia. In passato pur avendo molto di ambientalista, nell'azione di Governo siamo stati presi dall'ossessione della crescita. In realtà la crescita senza sostenibilità ambientale e sociale è stato forse un errore. Il PD si sta comunque riprendendo".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto