In arrivo un bonus rottamazione di 1.500 euro già dagli ultimi mesi di quest’anno. L’incentivo è infatti stato inserito nella bozza del Decreto Clima, la cui approvazione è prevista per l’inizio del mese di ottobre, e sarà erogato, sotto forma di sconti per l’acquisto di abbonamenti ai mezzi pubblici o ai servizi di car sharing, in favore di chi rottamerà una vecchia auto (modelli fino a Euro 4). La misura, definita “buono mobilità”, è inferiore ai 2.000 euro inizialmente ipotizzati ma potrà entrare in vigore già da quest’anno grazie al fatto che il Governo ha scelto la strada del decreto legge, il cui iter dovrebbe garantire una rapida approvazione.

Auto, incentivi alla rottamazione: “buono mobilità” da 1.500 euro

Secondo le anticipazioni fornite dall’agenzia Ansa, tra le diverse misure contenute nella bozza del Decreto Clima è compreso quindi un bonus rottamazione di 1.500 euro che potrà essere utilizzato per acquistare, entro tre anni, servizi di car sharing che utilizzano veicoli elettrici o a emissioni ridotte, oppure abbonamenti del trasporto pubblico.

Per finanziare l’incentivo, che avrà natura provvisoria con una validità di tre anni, si prevede di stanziare 100 milioni di euro per l’anno 2020 ed altri 100 per il 2021, mentre per gli ultimi mesi del 2019 saranno messi a disposizione 5 milioni di euro.

Il buono mobilità potrà essere utilizzato anche da un convivente, non costituirà reddito imponibile per il beneficiario e sarà erogato fino ad esaurimento delle risorse stanziate.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Tasse

Decreto clima, il ministro Costa: “L’emergenza climatica è emergenza legislativa”

Sui tempi di approvazione del Decreto Clima si è pronunciato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, del Movimento 5 Stelle, che conta di incassare l’approvazione del provvedimento entro il prossimo 3 ottobre, in modo portare un importante risultato al tavolo del vertice organizzato in Costa Rica dalla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Unfcc).

L’accelerazione sull’iter di approvazione del decreto è stata motivata dallo stesso ministro secondo il quale, se è vero che si tratta di affrontare un’emergenza climatica, è doveroso affrontarla con una emergenza legislativa. Il decreto sarà poi parte integrante della Legge di Stabilità in via di definizione che dovrà garantirne la copertura dal punto di vista finanziario.

Oltre al bonus rottamazione, infatti, il decreto conterrà altre misure che avranno un impatto su diversi ministeri, come il taglio dei sussidi ambientali dannosi e un Programma strategico per arrivare, entro cinque anni, a rinnovare in modo pressoché integrale, con mezzi a basso impatto ambientale, il parco dei mezzi pubblici utilizzati per il trasporto locale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto