Bonus biciclette forse a una svolta. L'iter di questi mesi per arrivare a rimborsare le persone che hanno fatto l'acquisto dal 4 maggio in poi sembra essere nuovamente cambiato. A lungo si è attesa una app che avrebbe dovuto essere collegata al sito del ministero dell'Ambiente mentre ora sembra che si sia cambiata la direzione con l'accredito che verrebbe fatto direttamente sul conto corrente dell'acquirente.

Bonus biciclette, il contributo verrebbe erogato direttamente sul conto corrente dell'acquirente

La misura del bonus biciclette è stata pensata per favorire la mobilità alternativa all'uso dell'auto privata e dei mezzi pubblici.

L'incentivo è previsto per l'acquisto di biciclette, biciclette a pedalata assistita e monopattini. La novità di questi giorni consisterebbe nel fatto che il bonus biciclette e monopattini verrebbe erogato a partire da settembre ma forse non ci sarà più il discorso dell'applicazione.

Come riporta il sito Open, si dovrebbe andare sul sito del Ministero dell'Ambiente, si dovranno compilare diversi spazi con fattura o scontrino parlante e ovviamente il proprio codice Iban. Entro un paio di settimane sarebbe previsto l'accredito direttamente sul conto corrente dell'acquirente. La regola varrebbe sia per i rivenditori che per i semplici acquirenti. In questo modo, scrive Open citando fonti del Ministero dell'Ambiente, non ci sarebbe nessun click day e potranno essere immediatamente rimborsati i cittadini che hanno già fatto l'acquisto di biciclette e monopattini.

Bonus biciclette, se i fondi non basteranno per tutti ci sarà un rifinanziamento

Il bonus mobilità ha avuto un grande successo. Molte persone hanno effettuato acquisti e la domanda che ci si pone è se lo stanziamento fatto di una cifra superiore ai 200 milioni di euro potrà essere sufficiente o no. Sempre Open, citando fonti del ministero, spiega che forse i fondi attuali non basteranno per soddisfare tutte le persone.

Ma, è previsto, che qualora le risorse previste dovessero finire, tutte quelle non ancora soddisfatte non rimarranno inevase visto che sarebbe previsto un nuovo finanziamento per la misura e per il bonus in occasione dell'approvazione della prossima legge di bilancio.

In definitiva si potrebbe affermare che chi ha già fatto l'acquisto a settembre dovrebbe vedersi consegnato sul conto corrente il rimborso di quanto già speso.

La misura copre il 60% della spesa fino ad arrivare ad un massimo di 500 euro. C'è stata una corsa all'acquisto che è andata oltre ogni previsione sia di biciclette tradizionali che a pedalata assistita che di monopattini elettrici.

Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!