L'emergenza sanitaria degli ultimi mesi ha portato diversi settori del mondo del lavoro a vivere una crisi piuttosto importante. Per cercare di risollevare determinate categorie, nel corso di questi mesi sono stati previsti diversi provvedimenti mirati. L'ultimo in ordine cronologico è quello inserito nel decreto di agosto riguardante il cosiddetto "bonus casalinghe", che il Ministero ha definito come un 'empowerment' in favore di quest'ultime. Secondo quanto si apprende, si tratta di un fondo che servirà per favorire la formazione delle casalinghe.

In arrivo il bonus casalinghe: le dichiarazioni di Elena Bonetti

Elena Bonetti, ministra per le Pari Opportunità, ha spiegato attraverso un posto su Facebook come siano stati stanziati tre milioni di euro per l'anno in corso, proprio per "attivare percorsi volti a favorire l’acquisizione di nuove competenze e l’accesso a opportunità culturali e lavorative".

La ministra ha poi continuato specificando quanto abbia sostenuto con forza l'introduzione del bonus casalinghe, pensando alla necessità da parte delle donne di avere una propria autonomia personale.

A chi è rivolto il bonus casalinghe introdotto col decreto di agosto

L'obiettivo di questo provvedimento sarebbe quello di superare il gap italiano riguardante il tasso occupazionale delle donne che è tra i più bassi in tutta Europa.

In particolare, verranno emessi dei bandi per il finanziamento di percorsi di formazione, da non confondere con i percorsi professionali delle Regioni. Gli ambiti di interesse dovrebbero essere due: quello finanziario e quello digitale.

Il provvedimento sarà indirizzato in particolare verso quelle donne che vorrebbero rientrare nel mondo del lavoro, ma che hanno una formazione poco aggiornata.

Bonetti: 'I tre milioni di euro sono soltanto un primo grande risultato'

Riguardo allo stanziamento dei tre milioni di euro per il bonus casalinghe, Elena Bonetti ha spiegato come si tratta solo di un "primo risultato importante" di un progetto molto più grande per la formazione delle donne. La ministra per le Pari Opportunità ha voluto infine specificare che nel periodo del lockdown è già stato incrementato il fondo di credito per l'imprenditoria femminile con cinquue milioni di euro.

Elena Bonetti ci ha tenuto a precisare che il progetto sorge anche dal confronto con le associazioni che si occupano di casalinghe e imprenditoria femminile. Ha concluso il suo messaggio dicendo che l'Italia crede fortemente nelle donne e scommette su di loro, soprattutto adesso che c'è la possibilità di ripartire.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!