Un'esplosione all'interno del magazzino all'ingrosso Dong Xuan Center qualche ora fa nella zona di Lichtenberg è bastata a scatenare l'inferno. A provocare l'esplosione una ingente quantità di fuochi d'artificio, quasi certamente illegali. Le persone presenti nella zona al momento dell'incidente sono fortunatamente riuscite a fuggire. Al momento non si ha fortunatamente notizia di vittime, né di feriti. 

Ansia e preoccupazione ha provocato la notizia del pericolo di diffusione di sostanze tossiche nell'aria. La polizia ha avvertito giornalisti e fotografi giunti numerosi sul luogo dell'accaduto  che il fumo sprigionato dall'incendio poteva essere altamente tossico di non inalare il fumo.

Contemporaneamente gli agenti hanno invitato i residenti a tenere porte e finestre chiuse per precauzione anche a causa del forte vento che sta soffiando al momento sulla capitale tedesca.

Un portavoce dei vigili del fuoco ha detto al Berliner Kurier che in uno dei magazzini del centro commerciale di circa 7.500 metri quadrati le fiamme si stanno pericolosamente espandendo. I 150 vigili del fuoco - allertati alle 11:15 dì questa mattina, stanno ancora tentando di domare l'incendio con tutti i mezzi a loro disposizione, anche se alcuni idranti si sono rivelati all'ultimo momento purtroppo difettosi e quindi inutilizzabili. I pompieri non riescono ad accedere alla sala. Sarebbe troppo pericoloso, ha detto il portavoce dei vigili del fuoco. Alcune parti dell'edificio sono già crollate. Nel magazzino erano custodite anche bombolette spray e sostanze chimiche per la lavorazione di smalti per le unghie, oltre a numerose bombolette di propano liquido.

I migliori video del giorno

La polizia ha isolato la zona.

Costruito su un’area industriale dismessa tra Lichtenberg e Friedrichshain il Dong Xuan Center è un caratteristico mercato asiatico composto da una serie di capannoni pieni di merce di ogni tipo e autentici ristoranti vietnamiti. Una delle tante curiose attrazioni che si trovano esplorando Berlino un po’ più a fondo e si potrebbe definire come una piccola Hanoi, comodamente raggiungibile via S-bahn e tram.

D’altronde la comunità vietnamita è una delle più consistenti all’interno della capitale tedesca e addirittura di tutta la Germania come afferma il Deutsche Welle in un articolo dedicato. I dati Ministero degli Esteri tedesco indicano che circa 125.000 persone residenti in Germania sono originarie del Vietnam e si stima che oltre 20.000 di queste vivono a Berlino. Purtroppo molti di loro risultano non essere in regola con la legge.