Dopo il GuidaMi del comune di Milano, Car2Go e EnJoy Eni, a contrastare il "dominio" delle auto gialle si è messa anche la nuova App della compagnia statunitense Uber che permette di ricercare un conducente privato in qualunque zona della città direttamente dal telefonino.

"Un altro ostacolo per noi, - dichiara il conducente di una cooperativa di taxi milanese - già dobbiamo combattere tutti i giorni contro i vari servizi di Car Sharing che a prezzi stracciati affittano auto e ci tolgono moltissimi clienti."

Non solo contro Uber quindi: "Io sono molto arrabbiato anche con queste aziende che mettono in mano a chiunque automobili, sia di giorno che di notte a chi magari si ubriaca e sfreccia per le strade ad alte velocità." Si preoccupano anche della salute delle persone, perché dicono: "con noi anche chi beve o chi è stanco arriva sano e salvo a casa".

Il servizio di noleggio auto anche di notte ha fatto storcere il naso a tante persone e inoltre c'è la questione del costo al minuto che induce molti a sfrecciare per arrivare il prima possibile a destinazione.

"Io non riesco a capire come sia possibile che si debba pagare al minuto - conclude il taxista - questo porta le persone ad andare più veloce per risparmiare con conseguenze che possono essere disastrose sia per loro stessi che per gli altri; almeno il servizio promosso dal Comune di Milano (GuidaMi) ha tariffe orarie che permettono di avere un arco di tempo maggiore per arrivare dove si desidera."

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto