Vivo più che mai il dibattito pubblico e politico intorno al tema della riforma delle Pensioni, quali sono dunque le novità ad oggi? Nell'aria sembrerebbe sollevarsi a gran voce la richiesta di un'unica soluzione per risolvere alla radice i guai previdenziali di esodati, Quota 96, precoci e mestieri usuranti ossia eliminare la legge Fornero.

Dopo il tavolo di confronto della scorsa settimana tra Inps, Mef, Commissione lavoro di Camera e Senato è effettivamente emersa la consapevolezza dell'inadeguatezza della Riforma Fornero, definita troppo rigida.

Pubblicità
Pubblicità

Riforma pensioni, novità: referendum Lega Nord per abolire la legge Fornero

La Lega Nord ha intanto indetto dal canto suo, in tutto il territorio italiano, un referendum popolare con l'obiettivo di abolire la legge Fornero, l'iniziativa ha già riscosso moltissimo successo, le firme pro referendum nella sola Liguria hanno superato soglia 10 mila.

Molti i leader politici che hanno comunque dichiarato l'importanza di apportare modifiche rilevanti alla Legge Fornero, che possa davvero essere questa la soluzione per risolvere il dramma previdenziale degli esodati, dei Quota 96, dei precoci e dei lavoratori usuranti? Si tratta infatti di tutti quei lavoratori più colpiti dall'attuale riforma Fornero che al momento non riescono ad accedere alla pensione, chi per errori insiti all'interno della stessa legge, chi a causa del brusco innalzamento dell'età pensionabile che ha spostato sempre più avanti l'accesso alla pensione.

Riforma pensioni, novità: esodati, quota 96, precoci quali altre chances previdenziali all'orizzonte?

Gli occhi di esodati, quota 96, precoci ed usuranti sono anche puntati su altre due proposte giunte in Parlamento inerenti una possibile riforma Pensioni per il 2014, la prima di cui vi vogliamo parlare è quella del ministro Poletti e del suo assegno di pensione anticipata (APA). L'assegno permetterebbe ai lavoratori prossimi alla pensione di accedervi attraverso un prestito Inps da restituire, una volta raggiunti i requisiti richiesti dall'attuale Riforma Fornero, attraverso una decurtazione sull'assegno pensionistico finale, la seconda riguarda la proposta rilanciata da Damiano sulla flessibilità in uscita tra i 62 e i 70. Proposta che permetterebbe ai lavoratori di scegliere a che età lasciare il lavoro usufruendo di premi e penalizzazioni a seconda dell'età di uscita, una sorta di prepensionamento volontario.

Pubblicità

Quale potrebbe dunque essere, a vostro avviso, una riforma pensioni ad hoc per Quota 96, esodati, precoci? Eliminare la Legge Fornero potrebbe davvero rappresentare la soluzione o intravedete nelle proposte sopra menzionate altre possibili alternative?

Leggi tutto