Il governo Renzi fa fuori l'art. 18 dello statuto dei lavoratori: approvata in commissione al senato la "tutela crescente" per i neoassunti. Un colpo per le norme a tutela dei lavoratori ed in particolare l'articolo 18 che disciplina i licenziamenti senza giusta causa. Il lavoratore che avrà la possibilità di firmare un contratto a tempo indeterminato, sia giovane sia riassunto dopo una precedente esperienza lavorativa, non avrà sin da subito diritto alle stesse tutele garantite sulla base delle norme vigenti dagli attuali contratti di lavoro, ma li acquisirà con il passare del tempo.

Insomma niente applicazione dell'articolo 18 per i neoassunti. Un passo del governo che porta in pratica al superamento delle garanzie per i lavoratori previsti proprio dall'articolo 18 dello statuto. Secondo il Governo questo provvedimento dovrà servire a sbloccare il mercato del lavoro favorendo le nuove assunzioni con indennizzo proporzionato all'anzianità di servizio.

Critiche  da Cgil, Cisl e dalle opposizioni

Sul provvedimento, come era lecito aspettarsi, piovono critiche da parte dei sindacati Cgil e Cisl in testa e dalle opposizioni.

Per Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, l'eliminazione dell'articolo 18 non sarebbe altro che "lo scalpo" chiesto dall'Europa all'Italia per ottenere la tanto desiderata  flessibilità sui conti pubblici. Insomma per la Camusso si tratterebbe solo di 'merce di scambio' con un provvedimento che tuttavia non migliorerebbe il mercato del lavoro italiano che avrebbe bisogno invece di interventi strutturali.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Renzi

Di Job Ghost parla invece il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni che sottolinea come il governo stia decidendo senza rendere pubblici atti e numeri e dunque con una certa mancanza di trasparenza nei confronti delle forze sociali del Paese.  Per l'opposizione in parlamento invece non è con la riduzione dei diritti che si crea lavoro. Questo almeno è quanto sostenuto da Sel. Il problema, secondo il partito di Vendola, è quello di costruire occupazione, l'eliminazione dell'art.

18 di certo non porta a risultati concreti nelle assunzioni.   

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto