Sottoscritta l'intesa Miur-MOF che permetterà alle istituzioni scolastiche di retribuire il personale Ata titolare di posizioni economiche con il solo riconoscimento giuridico. Positive le reazioni di sindacati che vedono nella sottoscrizione dell'intesa sulle economie MOF 2013/2014 (Progetti per il miglioramento dell'offerta formativa) una possibilità per le scuole di ottenere un budget maggiore da sfruttare per migliorare l'offerta formativa e pagare il proprio personale Ata titolare di posizioni economiche col solo riconoscimento giuridico e non economico e con regolari tempistiche. L'avvio del piano delle economie con le scuole è previsto per i prossimi dieci giorni.

Intesa Miur-Mof: ora le scuole possono pagare

Sottoscritta oggi 2 ottobre 2014 l'intesa sulle economie MOF 2013/2014 in materia di determinazione e ripartizione delle economie delle attività complementari di educazione fisica relative all'anno scolastico 2013/2014, per un totale di 9.418.486,94 euro lordo Stato. L'avvio del piano di riparto delle economie è previsto per i prossimi dieci giorni: le istituzioni scolastiche protranno fruire dei fondi per retribuire gli incarichi al personale Ata beneficiario di posizioni economiche col solo riconoscimento giuridico e non economico.

La sottoscrizione dell'intesa Miur-MOF dispone che il Ministero della Pubblica Istruzione disponga il piano di riparto delle somme ad incremento del MOF (Progetti per il Miglioramento dell'Offerta Formativa), ai sensi dell'intesa del 7 agosto 2014. Il Ministero della Pubblica Istruzione prevede di erogare alle scuole anche i 4/12mi del MOF 2014/2015. Il testo completo della sottoscrizione dell'Intesa Miur-MOF sulla determinazione e ripartizione delle economie e attività complementari educazione fisica anno scolastico 2013/2014 e anni pregressi può essere visualizzato al link seguente: http://www.flcgil.it/files/pdf/20141002/intesa-del-2-ottobre-2014-economie-mof-e-attivita-complementari-2013-14.pdf

Intesa Miur-Mof: reazioni sindacati

Reazioni positive da parte dei sindacati, in base ai quali l'intesa Miur-MOF consentirà alle istituzioni scolastiche di fruir di maggiori risorse economiche per migliorare la propria offerta formativa; retribuire le posizioni economiche prive del riconoscimento economico del personale Ata della Scuola, da tempo in cerca di risoluzione. Non c'è dubbio che la sottoscrizione dell'intesa sulle economie MOF 2013/2014 con il Ministero della Pubblica Istruzione non possa essere la definitiva soluzione alla mancanza di fondi a sostegno della scuola, della propria offerta formativa e tutte le attività organizzative e complementari, ma sopratutto della regolare retribuzione del personale al quale sono conferiti incarichi nei più svariati profili professionali Ata. In base alle dichiarazioni di alcuni sindacati, la riduzione delle risorse destinate alla scuola è da collegarsi alla nuova destinazione di più del 50% del Fondo a ripristino gli scatti di anzianità. Non resta da attendere i benefici della nuova intesa Miur-MOF, che sembra porsi come spartiacque tra necessità di corrispondere le somme dovute e il desiderio di migliorare l'immagine della scuola.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto