Esame Avvocato 2014: i giorni 16, 17 e 18 dicembre sono ormai alle porte e vedranno i candidati all'abilitazione alla professione forense alle prese con la redazione di un parere di diritto civile, un parere di diritto penale ed un atto giudiziario, a scelta tra civile, penale o amministrativo. Quali gli argomenti pronosticati per questo 2014? Impazza nelle settimane precedenti la ricerca al toto tracce: per individuare le "tracce papabili", proviamo a fare una selezione tra le sentenze 2014, cercando di estrapolare anche il tema/argomento che sarà oggetto delle tracce del parere di civile e di penale.

Una premessa è d'obbligo: questo è l'ultimo anno in cui sarà possibile svolgere l'esame di avvocato con l'ausilio dei codici annotati con la giurisprudenza; dal prossimo anno, infatti, cambierà la modalità di svolgimento. Questa circostanza rende ancora più ansiosi i candidati, i quali, pur di arrivare pronti ai fatidici giorni, si dedicano alla lettura delle sentenze della Cassazione 2014 alla ricerca dell'argomento che uscirà quest'anno.

Dunque, ecco alcuni degli argomenti trattati nelle sentenze della Cassazione Civile e Penale nel 2014.

Responsabilità medica: "in caso di prestazione professionale medico-chirurgica di routine, spetta al professionista superare la presunzione che le complicanze siano state determinate da omessa o insufficiente diligenza professionale o da imperizia, dimostrando che siano state, invece, prodotte da un evento imprevisto ed imprevedibile secondo la diligenza qualificata in base alle conoscenze tecnico-scientifiche del momento" (Cass.

Civile Sent. Sez. 3 n. 17057/2014). Ed ancora: "Non ricorrono gli estremi delle lesioni volontarie nel comportamento del sanitario che sia riconducibile nella categoria degli atti medici o nel quale sia comunque rinvenibile una finalità terapeutica" (Sent. n. 15239 del 03/07/2014).

Famiglia: l'obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni non indipendenti economicamente non sussiste quando il figlio, ultraquarantenne disoccupato, pur vivendo in un periodo di crisi economica, si rifiuti senza motivo di rendersi autonomo economicamente, dimostrando di non cercare un impiego, e chieda il mantenimento da parte dei genitori (Sent.

n. 18076/2014)

Diffamazione a mezzo stampa: "La tutela dei diritti all'onore, alla reputazione e alla riservatezza di persone estranee alle indagini non implica l'automatica carenza di interesse pubblico alla divulgazione del contenuto di intercettazioni recanti notizie potenzialmente lesive di tali diritti, contenute in un atto del procedimento penale non più coperto dal segreto investigativo, ma comporta un controllo della sua ricorrenza nel caso specifico, da effettuarsi con riguardo al carattere funzionale che la conoscenza di tali notizie presenta rispetto a quella della vicenda oggetto dell'indagine penale".

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

(Sent. n. 21404/2014).

Segui la nostra pagina Facebook!