Per candidarsi ai corsi di recupero estivi che si terranno tra la fine del mese di giugno e per tutto luglio del 2015 - in relazione alle disposizioni delle istituzioni scolastiche di secondo grado - è necessario inviare via pec, a mano e/o tramite lettera raccomandata con ricevuta di ritorno la propria domanda di messa a disposizione, scaricata dal web o scritta direttamente di proprio pugno. I corsi per il recupero del debito formativo possono essere organizzati per le materie scolastiche di indirizzo della Scuola e per le discipline base come italiano e matematica.

Pubblicità

Per questo motivo è necessario allegare alla propria Mad una documentazione specifica che attesti la presenza dei requisiti minimi per candidarsi come insegnante per la classe di concorso coinvolti nei corsi di recupero. Vediamo insieme quali sono.

Mad corsi di recupero estivi: documenti da allegare

Al modello di Mad in cui si dichiara la propria disponibilità a svolgere corsi di recupero per una determinata classe di concorso, è necessario allegare come prima cosa il proprio curriculum vitae firmato e datato e le certificazioni in possesso sui titoli. I documenti non devono essere obbligatoriamente in originale, ma possono essere anche delle autocertificazioni. È importante dunque allegare il certificato di laurea con tutti gli esami - utile pe la valutazione degli esami necessari per l'insegnamento di quella determinata classe di concorso. Il certificato di laurea può essere scaricato direttamente dal sito dell'Università con il proprio account (per la maggior parte degli Atenei si adotta tale sistema), ottenendo un documento già validato dal dipartimento di competenza. Di seguito è possibile autocertificare tutti gli altri titoli in possesso, come abilitazione, titolo di specializzazione sul sostegno o altre titologie, servizio all'estero (nel caso di classi di concorso di lingua straniera) con il numero di ore di insegnamento svolte su quella cdc per cui ci si candida; frequentazione Erasmus o di un programma di Life Learnig Programme; stage e servizio in paesi all'interno dell'UE o all'estero; assistente di lingua italiana; lettore. Alla documentazione sopra elencata allegate una fotocopia del documento d'identità in corso di validità nel caso inviaste la vostra Mad via posta ordinaria o elettronica. Se consegnate la vostra domanda a mano direttamente alla scuola in cui intendete candidarvi non sarà infatti necessario.

Mad e ricezione dalle scuole: il numero di protocollo

Attendete dunque il numero di protocollo della vostra Mad (se la portate di persona è più semplice riceverla) e ricordate che non in tutte le scuole si necessita della presentazione di tale documentazione e potrebbero anche non richiedervela, ma al fine di non invalidare la vostra domanda di messa a disposizione, questi sono i certificati e i documenti da presentare per inviare la vostra autocandidatura. Ricordate inoltre che, anche la ricezione di un numero di protocollo da assegnare alla vostra Mad, non è scontato, in quanto molto spesso le scuole ricevono numerosi curriculum e non li protocollano subito. Non preoccupatevi dunque se, dopo un certo periodo di tempo non avete ancora tale informazione, ma telefonate alla scuola alla quale avete inviato la vostra Mad. Se desiderate restare aggiornati sul mondo della scuola e sulle possibilità lavorative dedicate ai neolaureati anche se non abilitati, vi consigliamo di cliccare su 'segui' in alto a destra. Vi ricordiamo inoltre che, nel caso abbiate trovato la news interessante e utile, potete anche votarla cliccando sulle stelle gialle alla vostra sinistra.