Continua anche oggi 3 giugno 2015 il dibattito sulla pensione anticipata 2015 e sulle soluzioni che il governo dovrà adottare per modificare la legge Fornero nata nel Governo Monti. Tra gli esponenti di spicco, anche Padoan, come si legge dal sito dell'Ansa, ha confermato l'idea di anticipare l'uscita pensionistica di quattro anni, mentre Cesare Damiano ha ribadito ancora una volta come la soluzione di un sistema contributivo unico sia troppo penalizzante per i lavoratori. Per i precoci si attende sempre la famosa quota 41, così come per gli esodati sembra esserci ancora bisogno di una misura, come ricordato anche ieri sera durante la trasmissione Ballarò su Rai 3.

Pubblicità

Ultimissime news su lavoratori precoci e pensione anticipata oggi 3 giugno 2015: Damiano e Padoan

Il Ministro Padoan nei giorni scorsi al Festiva dell'Economia di Trento ha aperto alla pensione anticipata a partire da 62 anni, ricalcando le orme della proposta di Cesare Damiano chiamata quota 97, ma ha anche confermato indirettamente il suo appoggio alla proposta di Boeri su metodo contributivo: "Sulle Pensioni stiamo esaminando la flessibilità in uscita. I diritti acquisiti tali restano, ma i veri diritti acquisiti sono quelli basati sul contributivo".

Di avviso diametralmente opposto è il presidente della Commissione Lavoro Cesare Damiano che non accetta il contributivo come soluzione: "Anticipare la pensione con un ricalcolo tutto contributivo dell'assegno equivarrebbe invece ad un taglio del 20% - 30%: questo non reggerebbe". Oltre alla battaglia per la pensione anticipata a 62 anni, non va però dimenticato che Damiano nello stesso ddl ha proposto anche l'uscita a 41 anni di contributi (quota 41) per favorire i lavoratori precoci. Su questo punto però il governo non ha ancora espresso pareri in pubblico, e la situazione al momento è immobile.

Pubblicità

Pensione esodati, le ultime news: a Ballarò si tratta il tema

Per quanto riguarda invece la situazione degli esodati è ancora complessa, ed è tornata alla ribalta dei media nella serata di ieri, quando all'interno del programma Ballarò si è parlato di Pensioni. In un servizio di Claudio Pappaiani si è potuta vedere la situazione di Luigi, un esodato che a causa della legge Fornero on potrà andare in pensione prima del 2021 ed ora vive in un camper e si sostenta grazie alle associazioni caritatevoli.

Molti esodati hanno espresso poi in diretta le loro problematiche, parlando con Filippo Taddei che era presente in studio (responsabile economia del PD). La settima salvaguardia non è una soluzione strutturale, ma sembra necessaria per tamponare il problema. Per tutti gli aggiornamenti sulla pensione anticipata potete cliccare segui in alto!