Dopo il decreto del governo Renzi, intervenuto per sanare la difficile situazione che si era venuta a creare a seguito della sentenza della Corte Costituzionale, si attendeva il rimborso parziale degli arretrati previsto per il mese di agosto 2015. La sentenza della consulta aveva, infatti, bocciato la riforma delle Pensioni prevista dalla Legge Fornero nella parte che bloccava l'indicizzazione annuale delle pensioni superiori al triplo del trattamento minimo Inps, costringendo il Governo Renzi ad intervenire in merito con il varo del citato decreto.

Pubblicità

Rimborso arretrati ai pensionati: Codacons annuncia ricorsi

A smuovere le acque in maniera clamorosa è arrivata, a sorpresa, la decisione del tribunale di Napoli che, accogliendo il ricorso presentato da un pensionato prima dell'entrata in vigore del decreto, ha emesso un decreto ingiuntivo che condanna l'Inps a pagare al ricorrente l'importo di 3.074 euro a titolo di arretrati a seguito, per l'appunto, della sentenza della Corte Costituzionale. Il tutto è stato riferito dall' avvocato Vincenzo Ferrò, che ha assistito il pensionato nella presentazione del ricorso.

La reazione al provvedimento del tribunale di Napoli non si è fatta attendere e il Codacons, tramite il suo presidente Carlo Rienzi, fa sapere che la decisione dei giudici partenopei apre la strada "a migliaia di pronunce analoghe in tutta Italia a favore dei pensionati". Si tratta, prosegue Rienzi, di una decisione che avalla la Class Action già messa in atto dal Codacons e alla quale hanno già dato la propria adesione più di 5.000 pensionati. I ricorrenti hanno inviato per il tramite dell'associazione una diffida all'Inps e al ministero del lavoro e se non saranno restituiti totalmente gli arretrati spettanti per gli anni del blocco della Legge Fornero "scatteranno migliaia di ricorsi che potranno contare sull'importante precedente del tribunale di Napoli"

Il presidente del Codacons attacca anche le affermazioni fatte dal ministro del Lavoro volte ad indurre i pensionati a non usare l'arma del ricorso; Il decreto, dice Rienzi è valido per il futuro, ma non può intervenire sui diritti pregressi acquisiti e invita tutti i pensionati che hanno subito la penalizzazione della Legge Fornero ad aderire alla Class Action.

Pubblicità

Vedremo nei prossimi giorni se il precedente venutosi a creare con la decisione dei giudici di Napoli vedrà aumenterà il numero dei pensionati disposti a ricorrere per ottenere integralmente la restituzione degli arretrati. Sicuramente la decisione rappresenta un brutto colpo per le già disastrate casse dell'istituto di previdenza sociale.