Non si placano le diatribe sul rimborso Pensioni, il Bonus Poletti non ha convinto i milioni di pensionati interessati dal verdetto della Consulta che sono pronti a chiedere il rimborso integrale degli arretrati, ed ora una Sentenza del Tribunale di Napoli riapre il caso ricorsi.

Pubblicità
Pubblicità

Cosa è accaduto? Pochi giorni fa precisamente venerdì 29 maggio il Tribunale Partenopeo ha accolto la richiesta di un pensionato, un ex dirigente di Poste Italiane, che aveva fatto ricorso per chiedere il rimborso integrale degli arretrati dopo la Sentenza della Corte Costituzionale. La Consulta, come è noto ai più, ha infatti dichiarato illegittimo il blocco dell'indicizzazione per il biennio 2012-2013 voluto dalla Legge Fornero, così il virtù di tale decisione il pensionato assistito dall'avvocato Vincenzo Farrò ha colto la 'palla al balzo' per chiedere integralmente gli arretrati spettanti ed il Tribunale di Napoli ha accettato la sua richiesta sentenziando che l'Inps ha tempo 40 giorni per pagare tutti i 3.074 euro che spettano al pensionato.

Rimborso pensioni integrale: Inps paga?
Rimborso pensioni integrale: Inps paga?

Rimborso arretrati: primo ricorso accolto, pioggia di richieste all'Inps?

La sentenza di Napoli riaprirà con buona probabilità la strada ad una pioggia di ricorsi contro l'Inps, ma l'ente previdenziale pagherà quanto dovuto? Secondo l'avvocato, fonti Ansa, quello del suo assistito è solo il primo di una lunga serie di ricorsi volti ad ottenere il riconoscimento pieno degli arretrati, anche il Codacons è dello stesso parere.

Poletti dal canto suo pur dicendosi convinto della legittimità del Bonus emanato dal Governo ha sempre affermato che i cittadini che ritengono di non aver ottenuto quanto si aspettavano e dunque credono che un loro diritto sia stato leso hanno pieno diritto di fare ricorso, resta il fatto, ha aggiunto il Ministro del Lavoro, che i ricorsi dovranno necessariamente tenere in considerazione il decreto sul rimborso pensioni legiferato dal Governo.

Ultime su rimborso pensioni: giudice accoglie richiesta, l'Inps paga tutto?

L'Inps sarà tenuto ha pagare i 3.074 euro al pensionato in questione? Vero è che il ricorso fu presentato dal'ex dirigente di Poste Italiane prima che il Governo Renzi decidesse di ottemperare alla richiesta della Corte Costituzionale emanando il Bonus Poletti, che prevede la restituzione degli arretrati in una tantum che verrà elargita ad agosto in misura proporzionale rispetto alla quiescenza ricevuta .

Pubblicità

Ma la Sentenza è stata emanata una settimana dopo l'entrata in vigore del ddl sul rimborso pensioni, dunque se l'Inps pagasse andrebbe a momento contro la recente legge. Cosa accadrà dopo questa decisione è presto per dirlo, l'Inps, stando a quanto si legge nell'ingiunzione del Tribunale di Napoli ha 40 giorni per opporsi davanti al giudice.

A vostro avviso l'Inps dovrebbe pagare? La decisione del Tribunale partenopeo fomenterà la richiesta dei rimborsi integrali?

Leggi tutto