Sta facendo molto discutere nelle ultime ore un intervista rilasciata alla Stampa da Elsa Fornero sulla Riforma pensioni 2015 e sulla situazione generale della Grecia. L'Ex ministro del Governo Monti, autrice della famigerata Legge Fornero che praticamente tutte le parti sociali e politiche vogliono modificare, ha parlato in difesa dei pensionati Greci, dichiarando che fosse ministro in Grecia "Non imporrei altre restrizioni al sistema pensionistico, ma cercherei di portare subito a regime le riforme fatte.

Pubblicità

Parole che ovviamente stonano con quanto fatto nel 2011, quando ha preso vita una riforma delle Pensioni che al posto che risolvere problemi ne ha creati di nuovi ( pensiamo ai quota 96 della scuola, agli esodati, ai lavoratori precoci solo per fare degli esempi).

Ultime News Riforma Pensioni 2015: Le parole di Elsa Fornero

Riportiamo alcuni passaggi chiave dell'intervista, cercando di capire il punto di vista della Fornero, anche se certe parole stridono profondamente con la situazione che stiamo vivendo in Italia.

"Visto anche l'altissimo tasso di disoccupazione per molte famiglie le pensioni sono probabilmente l'unica fonte di reddito. Dunque non penso che serva riformare ancora tagliando le pensioni, ma per l'appunto si devono ridurre quelle scappatoie che aumentano la spesa". La Fornero torna poi a difendere il suo sistema contributivo, spiegando la sua soluzione per la Grecia: "Bisogna ridurre i privilegi, perché in Grecia li hanno ridotti davvero poco. Sono ancora molto orientati sulle pensioni legate al sistema retributivo, che finiscono per essere più generose con i redditi più alti". Un assist a Tito Boeri, che proprio in questi giorni è in rotta con Renzi a causa della sua proposta per la flessibilità in uscita qui in Italia.

Pubblicità

Le dichiarazioni di Cesare Damiano sulle news delle pensioni 2015

Anche Cesare Damiano, presidente della Commissione lavoro alla Camera, e autore del ddl 857 che prevede l'uscita con quota 97 o quota 41 per i precoci ha parlato della situazione greca, in raffronto con l'Italia. Sulle pagine dell'Avvenire si legge: "Se si pretende che la Grecia ripercorra la strada dell'Italia sulle pensioni, riproducendo sostanzialmente una riforma che ci ha lasciato come regalo gli esodati, si va sulla solita strada sbagliata: quella che sacrifica al rigore dei conti il mantenimento di un Welfare".

Voi cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Diteci la vostra nei commenti qui sotto e per esser aggiornati con tutte le news sulla riforma delle pensioni, cliccate segui poco sopra al titolo dell'articolo.