Con 163 voti favorevoli, 111 contrari e nessun astenuto, l’aula del Senato ha votato la fiducia al maxiemendamento sostitutivo del decreto Enti locali, contenente tutte le modifiche apportate durante il passaggio in commissione più alcune integrazioni dell’ultimo momento. Vediamo i contenuti del decreto.

Intesa sulla sanità

In recepimento dell’intesa tra Governo e Regioni siglata lo scorso 2 luglio, il provvedimento contiene un voluminoso pacchetto di misure sulla sanità inerenti alla revisione del patto triennale 2014/2016 e il contenimento delle spese sanitarie.

A partire dal 2015 è prevista una riduzione dei trasferimenti per il finanziamento del Servizio sanitario nazionale pari a 2.352 milioni di euro, con tagli previsti alla spesa per l’acquisto di forniture e servizi sanitari e per componenti medicali. Il Governo punta alla rinegoziazione dei contratti in essere con i fornitori da parte delle aziende del Servizio sanitario locale, dando la possibilità alle aziende stesse di poter risolvere i contratti in caso di esito negativo delle rinegoziazioni.

L’obbiettivo è di realizzare una riduzione del 5% annuo dell’intero valore dei contratti. Inoltre, sono previste sanzioni per i dottori che prescrivono esami medici non necessari.

Disposizioni per il prossimo Giubileo e assunzioni

In occasione del prossimo Giubileo, ai pellegrini che arriveranno in Italia sarà richiesto un contributo su base volontaria per l’accesso alle prestazioni sanitarie, stabilito in euro 50.

Inoltre, è previsto un trasferimento di 33.5 milioni di euro alla Regione Lazio per il rinnovamento della rete sanitaria e di emergenza, in previsione del grande afflusso di persone che interesserà la regione. Sempre in previsione del Giubileo è prevista l’assunzione in via straordinaria di 2.500 complessive nuove unità nel comparto delle Forze di Polizia, così suddivise: 2.050 unità totali per Polizia e Carabinieri, 250 nuovi agenti nel corpo dei Vigili del Fuoco e 400 nuovi operatori nella Guardia di Finanza. Inoltre, sono state programmate 241 nuove assunzioni a tempo indeterminato nell'Agenzia italiana del farmaco.

Novità per i Comuni

Il nuovo provvedimento prevede lo stanziamento, a titolo di fondo di perequazione per Imu e Tasi, di 530 milioni di euro per i Comuni. In proporzione a quanto ricevuto da ogni Comune nel 2014 saranno ripartiti 472.5 milioni di euro, mentre la somma rimanente sarà condizionata al gettito derivante dall'Imu agricola, la cui prima rata potrà essere pagata al massimo entro il 30 ottobresenza l’applicazione di interessi e sanzioni, pur essendo scaduta lo scorso 16 giugno. Per sostenere i servizi per l’impiego regionali il fondo destinato alle Regioni è aumentato di 20 milioni di euro, passando da 70 a 90 milioni.

Bilanci delle province e delle Città Metropolitane

Un corposo pacchetto di norme riguarda le province e le Città Metropolitane, iniziando dalla possibilità di spostare al 30 settembre l’approvazione dei bilanci. Inoltre, le sanzioni per il mancato rispetto del patto di stabilità interno passano dal 3% al 2%. Sempre per le province e per le Città Metropolitane, è stata prevista la proroga dell’impiego delle Forze armate per il pattugliamento delle strade, misure straordinarie per la trasparenza degli appalti per le ricostruzioni in Abruzzo, la soppressione del Fondo Gas e lo stanziamento di 5 milioni di euro per la creazione di una zona franca a Olbia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto