Visto il grande fermento generato dai dibattiti sulla riforma Pensioni ed in particolare intorno ai possibili provvedimenti che dovrebbero riguardare, in Legge di Stabilità, i punti-chiave opzione donna, esodati e flessibilità (ddl 857 quota 97 e 41 per precoci), abbiamo deciso di intervistare l'onorevole Walter Rizzetto. Il vice presidente della Commissione Lavoro, già nei giorni scorsi, ha fatto sentire la propria voce, scrivendo direttamente al Presidente della Repubblica Mattarella, per denunciare "l'imbarazzante stallo" del Governo Renzi su questi argomenti di primaria importanza.

Pubblicità
Pubblicità

L'ultima 'steccata' polemica l'onorevole l'ha destinata, nei giorni scorsi, alla minoranza Dem, dicendo 'piccato' in una nota: "Incassare una sonora sconfitta e trasformarla in una vittoria è cosa che pochi riescono a fare". Della questione ne abbiamo parlato direttamente con l'onorevole Rizzetto, che ringraziamo per il tempo che ci ha dedicato.

Ultime novità al 5/10 opzione donna, esodati, flessibilità: vittoria o sconfitta della Commissione?

Damiano si dice fiducioso e soddisfatto del fatto che tre provvedimenti (opzione donna, esodati, flessibilità comprensivo del Ddl 857) saranno oggetto della LDS, lei, invece, l'ha definita una "mezza sconfitta".

 Perchè?

I tre provvedimenti forse verranno trattati in legge di stabilità, nulla di certo, non abbiamo nessuna bozza della legge e quindi dobbiamo solo fidarci. Ma tendo a fidarmi poco di un esecutivo che aveva già la possibilità, da mesi, di risolvere in commissione queste ed altre situazioni a dir poco drammatiche. La Commissione è stata sorpassata e dimenticata, i pareri che formiamo al Governo spesso, se non sempre, ignorati; spero si faccia qualcosa si, ma temo ampi tagli: secondo me riusciranno ancora una volta a non accontentare nessuno, in Aula ci sarà una bella lotta.

Pubblicità

- In una nota stampa, recentemente, ha parlato di "catastrofe annunciata", cosa teme accadrà dopo la LDS?

Come detto, temo tagli piuttosto importanti. Hanno fatto sparire risorse per queste categorie, nessuno me lo toglie dalla testa, ne stanno cercando altre per non fare brutte figure, ma la prossima manovra sarà importante e quindi dovranno fare delle scelte: Imu e canone Rai da una parte, giustizia sociale dall'altra. spero scelgano la seconda.

Io farò la mia parte, mi consulterò con le categorie e le persone, poi presenteremo le nostre proposte emendative

-A suo avviso se davvero si opterà per la flessibilità in uscita, quali misure potrebbero passare? Tra esodati, opzione donna, precoci, Quota 96 chi potrebbe salvarsi?

La flessibilità sarà pesante temo, stiamo facendo le audizioni in Commissione e tutti gli adulti concordano con Cesare Damiano ed il sottoscritto che la flessibilità deve essere sostenibile, soprattutto per le tasche dei pensionando già provati da anni difficili: se tagliano l'assegno mensile del 15/20% è meglio non fare nulla, non sarebbe comunque una via di fuga appetibile ma solo un emendamento, pessimo, alla legge Fornero.

Pubblicità

Di categorie non parlo più: vanno salvaguardati tutti, la politica dia una svolta definitiva, non mi piacciono salvaguardie ogni 3 mesi, una vera lotteria

Leggi tutto