Sarebbe stato positivo l'incontro avvenuto tra i rappresentanti di Confindustria - Ania e la Commissione lavoro alla camera dei Deputati, sul delicato tema della riforma previdenziale e dell'estrema rigidità insita negli attuali meccanismi di pensionamento. Secondo il Presidente Cesare Damiano, il confronto avrebbe avuto un esito costruttivo proprio perché "queste associazioni delle imprese hanno confermato l'importanza di adottare qualche forma di flessibilità nel sistema pensionistico" pubblico. Un punto sul quale l'esponente della minoranza Dem insiste da ormai molto tempo, anche attraverso delle proposte concrete indirizzate al Governo.

Si pensi ad esempio all'idea dell'uscita con la quota 97 per i lavoratori che vivono una situazione di disagio in età avanzata e della quiescenza con 41 anni di età senza penalizzazioni per i precoci e per coloro che hanno già accumulato parecchi decenni di versamenti sulle proprie spalle. 

Riforma pensioni e flessibilità Inps: 66 anni di età come baricentro ideale?

Stante la situazione, toni più critici sono stati utilizzati per commentare l'attuale criterio anagrafico dell'accesso alla pensione, un elemento che di fatto contribuisce ad esasperare molte delle situazioni che contraddistinguono il maggiore disagio sociale.

Per Damiano, bisogna discutere sulla "fissazione di un'età baricentrica certa, che per noi è di 66 anni". Una soluzione equa di compromesso potrebbe prevedere una "penalizzazione per chi decide di andare in pensione" prima di questa soglia con i requisiti di vecchiaia. Ma bloccare di fatto le uscite flessibili sarebbe un errore non solo per i lavoratori e per i disoccupati disagiati in età avanzata, ma anche per le stesse imprese.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Questo perché anche le aziende necessitano del turn over per contrastare "l'invecchiamento della manodopera" e per "favorire l'innovazione del sistema produttivo". Un elemento che spesso non si tiene in adeguata considerazione quando si valutano interventi di apertura nel comparto previdenziale.

Come da prassi, restiamo a vostra disposizione qualora desideriate condividere opinioni e idee con gli altri lettori del sito tramite l'aggiunta di un nuovo commento.

Mentre per ricevere tutti i nuovi articoli di aggiornamento sul tema delle pensioni anticipate o sulla flessibilità Inps vi suggeriamo di cliccare il comodo pulsante "segui" che vedete in alto, vicino al titolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto