‘La vicenda degli esodati non è conclusa con la settima salvaguardia e per i vitalizi politici bisogna pensare ad una riduzione del 50 per cento’. Sono le affermazioni di Tito Boeri, presidente dell’Inps, pronunciate durante l’intervista andata in onda su Rai3 nella trasmissione ‘In mezz’ora’, di Lucia Annunziata, e che ha suscitato immediate reazioni da parte della classe politica.

Nell’intervista alla Annunziata, Boeri ha espresso tutti i suoi dubbi sulla efficacia delle norme in materia pensionistica contenute nella Legge di Stabilità 2016, rilanciando le sue proposte per uscire dalle criticità create dalla riforma delle Pensioni targata Fornero, che rendono inevitabile il ricorso alla flessibilità in uscita e l’introduzione del reddito di sostegno.

Ottava salvaguardia per gli esodati delle piccole imprese. Torna il tema della flessibilità in uscita e del reddito di sostegno

Sul tema degli esodati, Boeri ha ricordato la posizione dei lavoratori delle piccole imprese, che si sono trovati nella situazione di essere stati semplicemente licenziati senza nessun accordo e, per questo motivo, non sono rientrati in nessuna delle sette salvaguardie varate finora per gli esodati. Si tratta di lavoratori di età compresa tra i 55 ed i 65 anni per i quali è difficile trovare una ricollocazione e che si sono improvvisamente ritrovati a vivere una situazione di povertà.

La politica, secondo Boeri, ha il dovere di introdurre il reddito di sostegno per i più poveri, trovando le risorse con la introduzione di una flessibilità in uscita, da realizzare attraverso il passaggio al calcolo delle pensioni con il sistema contributivo per tutti.

Vitalizi politici: taglio del 50 per cento sopra gli 85mila euro.

Sollecitato da Lucia Annunziata, Boeri ha anche toccato il tema dei vitalizi dei politici, confermando la proposta avanzata dall’Inps di ridurre del 50 per cento quelli al di sopra degli 85mila euro.

Una misura che andrebbe a toccare una platea relativamente ridotta di circa 200mila persone, ma si tratterebbe, secondo il presidente dell’Inps, di un importante segnale di giustizia che andrebbe ad eliminare privilegi ingiustificati.

Nuove proposte Boeri: le reazioni politiche.

A stretto giro di posta le reazioni politiche, tutte di critica, alle dichiarazioni di Tito Boeri.

Boeri si preoccupi di far funzionare l’Inps, che a fare le leggi ci pensa il Parlamento’.

E’ stata questa la sferzante dichiarazione del senatore di Forza Italia, Lucio Maran, alle proposte di Boeri, mentre il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, le ha bollate come ‘cialtronerie’.

Critiche non sono mancate dal Movimento 5 Stelle, che si batte per l’abolizione completa dei vitalizi dei politici, e dal presidente della Commissione Lavoro della Camera, il democratico Cesare Damiano, che ha rivendicato la battaglia politica l’inserimento nella Legge di Stabilità 2016 di misure quali la settima salvaguardia per gli esodati, la proroga dell’opzione donna e l’ampliamento della no tax area per i pensionati.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Segui la nostra pagina Facebook!