Sulla Legge di stabilità l'Europa ammoniscel'Italia a fare di meglio rispetto a quanto annunciato. Detto fatto, esce dalla Commissione programmazione economica e bilancio una serie di emendamenti alla Legge di Stabilità in discussione a Palazzo Chigi in questi giorni proposti da Sel e M5S, raccolti tra gli articoli 16 e 18, che mirano a modificare la legge di riforma della Scuola 107 in un senso decisamente favorevole a tutti i precari delle Graduatorie di Istituto, inclusi quelli della III fascia per i quali si chiede di consentire a chi è laureato o sta per conseguire la laurea di mantenere attivo il Tfa.

Per i diplomati magistrali si chiede che siano inseriti in Gae tutti alla data della legge, mentre per il personale educativo della scuola dell'infanzia viene chiesto di considerare le attuali graduatorie senza farli passare per un concorso.

Inclusione degli abilitati delle Graduatorie di Istituto nel Piano di assunzioni

I firmatari degli emendamenti proposti nelle disposizioni per la formazione annuale e pluriennale del bilancio dello Stato in Legge di Stabilità sono stati i parlamentari Petraglia, De Petris, Uras, Barozzino, Campanella, Bocchino, De Cristofaro, Cervellini e Stefano.

I commi della legge 107 interessati dalle modifiche in oggetto sono tutti quelli dal 94 al 108 dell'art.1. A partire dal prossimo anno scolastico 2016/2017, per coprire le esigenze degli organici inclusi quelli del sostegno e dunque tutti i posti vacanti e disponibili, si potrà ricorrere, oltre che ai docenti delle Gae e delle Gm del 2012, anche a tutti quelli in possesso di una abilitazione di tipo Pas e Tfa o comunque in possesso di un servizio pregresso a termine non inferiore a 180 giorni per tre anni scolastici, anche non continuativi.

Di rilievo l'aggiunta del comma 5 bis che dispone l'inserimento in Gae di tutti gli abilitati fino alla data del 30 giugno 2015, inclusi i diplomati magistrali.

Sul Bonus annuale ai docenti

Su questa misura del bonus di 500 euro il mondo della scuola si era spaccato nei giorni scorsi. Ora, un emendamento presentato dai parlamentari del M5S Blundo, Serra, Bulgarelli Lezzi, Mangili è rivolto ad un incremento dello stesso per il prossimo triennio.

Si parla di 10.000.00 di euro per il 2016, il 2017 e il 2018 portando la dote complessiva a trenta milioni di euro per il periodo considerato.

Segui la nostra pagina Facebook!