Dalle ultime notizie riguardanti il tema riforma pensioni 2016, viene fuori che i lavoratori che hanno usufruito dei permessi giornalieri retribuiti per l'assistenza al coniuge o ad un parente con handicap grave nel 2011, potrebbero essere tagliati fuori dalla settima salvaguardia. Il disegno di legge di stabilità sulla salvaguardia, infatti, non mette a disposizione i permessi retribuiti tra le condizioni che ammettono la continuità delle vecchie regole per il pensionamento, come era avvenuto invece con la quarta e la sesta salvaguardia.

La settima salvaguardia mette in discussione i permessi giornalieri retribuiti?

Inizialmente bastava aver fruito dei permessi, anche solamente per un giorno nel 2001, per poter ottenere l'uscita anticipata rispetto alla Legge Fornero di diversi anni fa. Il Governo, adesso, proverà ad evitare che si ripresenti lo stesso problema con la settima salvaguardia. Coloro i quali hanno utilizzato i permessi retribuiti "104" non saranno ricompresi, mentre saranno considerati solamente quelle persone che nel 2011 si trovavano in congedo per l'assistenza a figli con disabilità grave.

Una decisione che ricorda e riprende in un certo senso la prima salvaguardia, che tutelava i lavoratori, dalle nuove regole pensionistiche, che alla data del 31 ottobre 2011 risultavano in congedo per gli stessi motivi e che avessero maturato 24 mesi dalla data di inizio del congedo.

Riforma pensioni, fuori anche Stagionali e Agricoli

Potrebbero rimanere fuori dalla settima salvaguardia anche i lavoratori stagionali e agricoli a tempo determinato.

Nel disegno di legge del Governo della sesta salvaguardia, infatti, è prevista una tutela verso 3.000 lavoratori con contratto a tempo determinato e verso i lavoratori in somministrazione con contratto a tempo determinato ma esclude, invece, quei lavoratori dei settori agricoli e stagionali. Un taglio messo in atto per togliere il beneficio a quelli che fanno ricorso a più di un contratto a tempo determinato nel corso di un solo anno.

Bisognerà capire, adesso, se il dibattito in Parlamento si lotterà per rimuovere questi limiti o lasciarli all'interno della settima salvaguardia.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!