Stando alle ultime supensioni dei precoci, la lotta per ottenere quota 41 continua fuori e dentro l'aula parlamentare. Il Governo Renzi sembra aver ormai deciso di non includere il problema dei precoci all'interno della Legge di Stabilità, focalizzando l'attenzione soltanto sul problema degli esodati e sull'Opzione Donna. Ma quanto si dovrà aspettare ancora per vedere il Governo prendere provvedimenti sulla flessibilità in uscita per i precoci? Vediamo le ultime novità arrivate in queste ore.

Pensioni Precoci, ultime novità suflessibilità in uscita con quota 41

Dalla discussione alla Camera non giungono novità positive per i precoci, che non vedranno la questione inserita nella legge di stabilità che si sta votando in queste settimane. In compenso però l'attenzione mediatica sul problema è in continua crescita, e finalmente i precoci e la loro quota41 stanno ottenendo l'attenzione che si meritano. Dopo la manifestazione del 21 novembre, in cui Landini dal Palco a Roma ha parlato dei Precoci, continua la battaglia da parte del comitato (su facebook troverete la pagina Lavoratori precoci a tutela dei propri diritti).

Nella giornata di oggi 27 novembre, un'esponente dei precoci, Francesca Lemma, è andata a Mi Manda Rai 3 a spiegare la sua situazione e quella di molti lavoratori come lei. Inoltre grande attenzione al problema ci sarà martedì prossimo, quando un degli amministratori del Gruppo dei Precoci, Roberto Occhiodoro, sarà intervistato all'interno della trasmissione diMartedì, in prima serata su La7. La flessibilità in uscita per i precoci, con l'ormai famosa quota 41 senza penalizzazioni e senza limiti di età anagrafica è contenuta nel ddl857 a firma Damiano-Baretta, e la speranza di questi lavoratori è che gli interventi televisivi e non solo possano far cambiare idea a Renzi e rendere questa proposta una realtà.

Sia Renzi che Poletti hanno più volte spiegato che la flessibilità in uscita è rinviata al 2016, ma questa volta non ci sono più scuse per non approvare la quota 41. Secondo voi come finirà? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto, e se volete esser aggiornati con le ultime novità sulle Pensioni, cliccate segui in alto vicino al titolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!