Se per circa l'80% dei supplenti, il giorno 24 dicembre avranno l'esigibilità delle prime due mensilità, una nuova nota del Miur ha precisato che per il restante 20% dei docenti, il pagamento dello stipendio avverrà a metà gennaio. Il motivo di questo sdoppiamento di pagamenti, risiede nel fatto che i fondi stanziati non sonosufficienti a coprire tutti i pagamenti, del resto ilpagamento delle supplenze brevi, interesserà 25 mila docentiper una spesa di 16,6 milioni di euro.

Quali pagamenti avverranno a gennaio?

Il Miur comunica che a gennaio 2016 i supplenti saranno pagati per intero e pertanto invitano le scuole a comunicare di effettuare l'autorizzazione delle rate dei contratti dal 21 dicembre al 28.

Vediamo allora di fare chiarezza sui pagamenti quali avverranno a dicembre e quali a gennaio? Per il giorno 24 dicembre saranno liquidati le supplenze effettuate dai precari per due mensilità, mentre le restanti mensilità e la tredicesima saranno liquidate nel mese di gennaio. Questa situazione di pagamenti a metà per un lavoro già prestato per quattro lunghi mesi, non può fare altro che alimentare lo sdegno e le polemiche dei supplenti, i quali ogni giorno hanno delle spese d'affrontare per svolgere il proprio lavoro di docente, si pensi a chi si è trasferito dal sud al nord (affitto, spese di trasporto, scadenze di bollette che non possono onorare ecc). La liquidazione di due sole mensilità, dopo aver lavorato quattro mesi, permetterà ai 25 mila supplenti di trascorrerecomunque il Natale senza aver ancora percepito un euro.

Vorremmo lasciarvi con il commento diRino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, che esprime al meglio questa surreale situazione : "Se questo è il raccolto di ciò che ha seminato la cosiddetta 'Buona Scuola', siamo alla frutta secca, come da tradizione natalizia”.Per l’Anief " la riforma della scuola e l’innovazione dei sistemi di pagamento non sono serviti a nulla".

Incombe la mannaia: "I tribunali saranno sommersi da migliaia di contenziosi". Resta aggiornato sul mondo della scuola premi il tasto segui in alto.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!