Arrivano nuove dichiarazioni di area governativa riguardo il delicato tema riforma previdenziale e dell'apertura a dei meccanismi di flessibilità nell'accesso alla pensione. A parlare è statoil Viceministro Enrico Morando durante la verifica dei correttivi alla Manovra 2016 in corso presso la Commissione Bilancio della Camera Dei Deputati. "Il Governo ha intenzione di adottare (nell'ambito di un provvedimento da varare nei primi mesi del 2016) misure generali relative ai requisiti per l'accesso al pensionamento anticipato" ha affermato l'esponente del PD, spiegando che l'idea è di andare a modificare la legislazione previdenziale attualmente in vigore per consentire ai lavoratori in età avanzata ed in stato di disagio la possibilità di accedere alle tutele dell'Inps.

Già nelle scorse settimane diversi rappresentanti del Governo avevano parlato di un nuovo intervento correttivo allo studio sul tema, un provvedimento che però sarà discusso solo a partire dai prossimimesi.

Riforma pensioni 2016, restano le richieste dei lavoratori per un intervento

Stante la situazione, appare chiaro che i lavoratori rimasti bloccati fuori dal welfare previdenziale chiedono un intervento correttivo ormai da anni, a partire dagli esodati e dai lavoratori in età avanzata che rischiano di restare esclusi dalle salvaguardie previste nella legge di stabilità. Vi sono poi i cosiddetti lavoratori precoci, ovvero persone che hanno iniziato a lavorare in giovane età e che nonostante decenni di versamenti accumulati alle proprie spalle non possono ottenere la pensione a causa dell'irrigidimento dei requisiti di legge avvenuto nel 2011 con la riforma Fornero.

Altro caso è quello dei Quota 96 della scuola, insegnanti e operatori ATA che non hanno potuto ottenere la quiescenza per colpa di una svista nella formulazione della precedente riforma previdenziale. Insomma, il tema appare complicato e dalle mille sfaccettature, ma ciò che risulta certo è il fatto che un intervento strutturale sul comparto pensionistico viene chiesto a gran voce e appare essenziale, nonostante fino ad ora sia stato continuamente procrastinato.

Come da nostra abitudine, restiamo a disposizione qualora desideriate aggiungere un nuovo commento riguardo le ultime notizie che abbiamo ripreso nell'articolo. Se invece desiderate restare aggiornati su tutte le prossime news sulle pensioni vi ricordiamo di usare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!