L'inizio del mese di dicembre 2015 prevedeva un rilevante sciopero di 24 ore tra la serata di martedì 8 ed il successivo mercoledì 9 ma, stando al comunicato ufficiale pubblicato nelle scorse giornate dalla Prefettura milanese, la sospensione è stata revocata ed i cittadini che normalmente usufruiscono dei servizi ferroviari potranno tornare al lavoro dopo il ponte dell'Immacolata senza riscontrare problemi lungo la le linee di collegamento. Le sigle sindacali Uil, OrSa e Cigl avevano infatti indetto una nuova sospensione dei lavoratori del settore ferroviario per protestare nuovamente contro la volontà del Governo Italiano di privatizzare una parte del settore arrecando così problemi a tutti i lavoratori dipendenti.

Ma, vista la concomitanza con due importanti eventi sul territorio milanese, il viceprefetto ha comunicato la precettazione di tutti i lavoratori Trenord e Trenitalia (sezione di Milano) ed il conseguente annullamento dello sciopero dei trenidell'8 e 9 dicembre 2015. Tutti i lavoratori e gli studenti che dovessero spostarsi a partire dalle 21 dell'8/12 troveranno dunque tutti i consueti convogli che giornalmente collegano le città italiane senza alcuna soppressione o disagio derivante dallo sciopero dei dipendenti.

Revoca dello sciopero dei treni dopo il ponte dell'Immacolata: ecco le principali motivazioni

La Prefettura di Milano ha pubblicato una nota molto chiara nella quale si evidenzia come lo sciopero previsto inizialmente per l'8 ed il 9 dicembre avrebbe arrecato numerosissimi disagi non solamente a tutti i lavoratori e studenti italiani ma anche a due degli eventi di punta di tutta l'annata del capoluogo lombardo quali l'Artigiano in Fiera 2015ed i mercatini degli Obej Obej.

La presenza di queste due famose esposizione sta dunque alla base della decisione di una revoca momentanea che sembrerebbe però essere solamente un modo per rimandare un nuovo ed imponente sciopero dei treni e dei servizi ferroviari prima dell'arrivo del Natale e della fine dell'anno in corso.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!