Finalmente l’attesa è quasi finita. Per la prima settimana di febbraio, come anticipato dal Ministro Stefania Giannini, verrà pubblicato il bando relativo al concorso a cattedra 2016. I numeri parlano di circa 200 mila candidati per 63 mila posti disponibili in tutta Italia. Uno su tre potrà essere assunto dal Miur, ma vediamo qualche dettaglio in più sul bando che in molti stanno attendendo da mesi. Di seguito vi mostreremo tutte le novità che interessano il concorso per docenti abilitati.

Bando scuola 2016: le novità sul concorso a cattedra

In attesa delle conferme e del testo ufficiale, si iniziano a delineare i dettagli. Per quanto riguarda l’esame orale, le voci in proposito parlano di una durata totale 45 minuti, suddivisi così: 35' di lezione simulata e 10' in lingua straniera; una materia tecnica come musica oppure arte sarà argomento della terza prova laboratoriale (non per tutti). Inoltre, anche l’esame scritto che si terrà a fine marzo (orale a giugno) determinerà la selezione di tutti i candidati ammessi; coloro che riusciranno a superare tutti i test, entro i successivi tre anni potranno essere certi di avere una cattedra di ruolo.

Il tempo a disposizione per i candidati nella prova scritta sarà di 150 minuti ed essa garantirà loro 40 punti su un totale di 100 del concorso completo. Si informano i candidati che l’attuale esame sarà da effettuare tutto elettronicamente, su computer, mentre, secondo le ultime notizie trapelate, le domande del test dovrebbero essere otto; tra queste in lingua straniera solo due. Riguardo a questi ultimi, il livello su cui il candidato deve basarsi per le lingue straniere è il B2.

Riguardo al bando del Miur, che finalmente diverrà realtà dopo svariati mesi di attesa, è anche opportuno sapere che quest’anno il Governo, all’interno della riforma, renderà partecipi come candidati, per la prima volta, anche gli scienziati politici, possibili docenti alla cattedra; essi però dovranno essere in possesso della laurea triennale (96CFU) inerente alle materie di riferimento. Il bando metterà a disposizione circa 63.712 posti ai docenti che andranno a sedersi in cattedra da settembre di quest'anno e per il triennio che seguirà.

In attesa dei 3 bandi da parte del Ministero dell'Istruzione, che sarà i primi giorni di febbraio, ricordiamo che ce ne sarà uno per l’infanzia e la primaria, il secondo per la secondaria di I e II grado ed infine il terzo per il sostegno. Vi invito a seguirmi per ulteriori aggiornamenti su bando di concorsi pubblici.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!