Il Comando Generale della Guardia di Finanza ha bandito il 15 gennaio un concorso per nuovi arruolamenti nel Corpo. Il Bando prevede l’assunzione di 55 nuovi giovani da avviare alla carriera di ufficiali. Vediamo adesso come presentare l’istanza per concorrere alle nuove assunzioni e soprattutto, una guida completa ai requisiti necessari per potersi iscrivere al concorso.

Diplomati, diplomandi ed anche minorenni

Come tutti i concorsi pubblici, anche questo ha requisiti specifici per potersi candidare. Bisogna essere, in primo luogo cittadini italiani.

Necessario anche possedere tutti i diritti civili, politici e quindi non aver avuto condanne o limitazioni nei confronti della Pubblica Amministrazione. Per quanto riguarda il titolo di studio, i candidati devono essere in possesso di un diploma di scuola media superiore, quella di secondo grado che poi da la possibilità di iscriversi a corsi universitari. Il Concorso è aperto anche a futuri diplomati, cioè a quelli che stanno per conseguire il titolo di studio nell’anno scolastico in corso, quello 2015/16. L’età anagrafica necessaria per l’iscrizione è compresa tra i 17 ed i 22 anni, cioè quelli nati tra il 1° gennaio 1994 ed il primo gennaio 1999. Il Bando è aperto anche a ispettori e sovrintendenti, cioè a personale della Guardia di Finanza stessa che intende avviarsi alla carriera di ufficiali.

In questo caso l’età anagrafica ammessa è più alta e quindi la possibilità di presentare domanda è estesa a coloro che sono nati dopo il 1° gennaio 1988 e che non abbiano mai avuto richiami o limitazioni in eventuali altre richieste di avanzamento di grado.

Come presentare domanda

La domanda va presentate usando il canale telematico del sito ufficiale gdf.gov.it del Corpo.

Domanda entro il trentesimo giorno dalla pubblicazione del Bandoin Gazzetta Ufficiale. Le istanze di ammissione al Concorso scadono quindi, il 15 febbraio e bisogna seguire del tutto le linee guida presenti nell’area dedicata del sito. Per eventuali problemi tecnici, o se un soggetto che intende candidarsi non è in possesso di idonei strumenti tecnologici che consentano seguire la procedura standard, sono ammesse anche le domande inviate tramite servizi postali.

In questo caso bisogna recuperare il modello di domanda, che è possibile trovare presso tutte le sedi della Guardia di Finanza ed inviarla per raccomandata A/R entro la stessa data di scadenza, al Centro di reclutamento della Guardia di Finanza a Roma. Il Bando, i documenti necessari e tutto quanto concerne il Concorso sono pubblicati sul sito. Nel Bando sono anche specificate le prove da superare per entrare tra i 55 nuovi allievi ufficiali. Ci saranno test scritti iniziali da svolgersi l’8 marzo. Successivamente a questo primo step, ci sarà un’altra prova scritta su cultura generale, prevista per il 31 marzo. Una volta superate queste prime prove, i candidati che rimarranno in gara dovranno sostenere una serie di test fisici, attitudinali e psico/fisici, ed infine, tre prove orali obbligatorie più altre facoltative in lingue straniere o informatica.

Queste ultime prove sono opzionali, quindi sta al candidato indicarle già all’atto della compilazione dell’istanza di ammissione al concorso. I fortunati vincitori, entreranno a far parte del 116° Corso dell’Accademia della Guardia di finanza come allievi ufficiali. Il corso durerà tre anni, a cui se ne aggiungerà un altro di due anni per permettere a coloro che risulteranno idonei di conseguire subito il grado di Tenente.