Le ultime notizie al 7 gennaio sull'opzione donna giungono da Orietta Armiliato, referente per la comunicazione del Comitato Opzione donna, che ci ha gentilmente rilasciato questa intervista esclusiva. Nel corso della quale ci ha chiarito da un lato lo scopo 'festoso' dell'evento 'insieme si può', che si terrà a Roma il prossimo 14 gennaioalle 18:30,e dall'altro cosa ne sarà del Comitato, che ha ormai raggiunto il proprio scopo. Eccovi i dettagli emersi dalle sue parole.

Opzione donna e l'evento 'insieme si può': quale il significato, ne parliamo con Orietta Armiliato

Alla luce dei risultati raggiunti nella Legge di Stabilitàavete deciso di festeggiare insieme attraverso l'evento "insieme si può". Cosa rappresenta per voi questo incontro?

Un momento di gioiosa convivialità, una sorta di premio a coronamento di un lungo, impegnativo e faticoso percorso vissuto, per lo più, con persone che non si sono mai incontrate fisicamente pur avendo condiviso "lacrime e sangue".

Saranno presenti all'evento esponenti politici?

Ci saranno alcune persone che hanno partecipato attivamente, ognuno nel proprio ambito, affinché fosse possibile raggiungere il risultato comune.

Temete che le nate nell'ultimo trimestre 57/58, attualmente in stand-by in attesa dell'esito del contatore previsto dalla Legge di Stabilità, possano sentirsi "tradite" dal Comitato che festeggerà a breve nonostante lorosiano rimaste escluse dalla proroga dell'Opzione donna?

Tradite? E per quale motivo? Chi prova questo genere di sentimento non ha capito nulla né di quanto è stato fatto né di quanto sancito dalla legge oggi vigente; la partecipazione all'evento non è esclusivamente legata a chi può fruire dell'istituto nell'immediato ma a tutte quante, nessuna esclusa, tant'è che le amministratrici del gruppo specifico che si è creato successivamente, saranno a Roma a brindare con noi.

Chiusura del Comitato opzione donna: quando?

La data di chiusura del comitato opzione donna coincidera' con il 14/1?

Come annunciato dalla nostra coordinatrice Dianella Maroni, lo scopo per il quale il Comitato si era formato è stato raggiunto quindi non ci sono oggettive ragioni per continuare, per di più, c'è un gruppo che si è formato da tempo e che seguirà le attività di monitoraggio rispetto a quanto stabilito in Legge di Stabilitàquindi, ancora qualche giorno per tirare le fila e poi il Comitato Opzione Donna chiuderà i battenti per "esaurito compito".

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!