Arrivano nuove dichiarazioni di conferma da parte del Presidente della Commissione lavoro alla Camera sulla bontà di flessibilizzare l'accesso all'Inps, in risposta a quanto esposto da Boeri durante la sua intervista a Sky TG24. "Siamo contenti che il Presidente dell'Inps abbia confermato di condividere la proposta di flessibilità delle pensioni" spiega l'On. Cesare Damiano, evidenziando però che per "onesta intellettuale" esistevano già dei meccanismi di flessibilità simili depositati alla Camera e basati sugli stessi principi, risalenti ormai alla scorsa legislatura.

Si tratta della cosiddetta quota 97, che dovrebbe garantireai pensionandi una scappatoia dall'eccessiva rigidità dei criteri definiti nel 2011 dalla Riforma Fornero. L'ipotesi di salvaguardia ormai nota prevedel'uscita dal lavoro con quattro anni di anticipo e almeno 35 anni di contribuzione, più l'accettazione di una penalità massima dell'8% (oppure in alternativa 41 anni di versamenti senza penalità, per il caso dei lavoratori precoci).

Pensioni anticipate: l'On Damiano ribadisce la tenuta dei conti

Stante la situazione, appare comunque importante il rilievo dell'Inps visto che viene messa in evidenza ancora una volta la sostenibilità del meccanismo di uscita. "I nostri conti hanno dimostrato da tempo che il provvedimento è a costo zero" spiega l'On. Damiano, riferendosi alla penalità applicata sugli assegni dei futuri pensionati.

"ci aspettiamo quindi il sostegno dell'Inps in questa battaglia che può favorire l'occupazione dei giovani e che sarà la nostra priorità del 2016". Infine, bisogna ricordare come l'attuale situazione stia provocando dei riverberi pesanti non solo per i lavoratori in età avanzata, ma anche per i giovani che non riescono ad accedere al primo impiego. Anche queste persone rientreranno tra le priorità della battaglia per il welfaree la previdenza portata avanti dalla Commissione lavoro, tanto che "abbiamo chiesto al MdL di fornirci tabelle esaustive e dettagliate sulle coperture finanziarie" perché "siamo pronti a fornire tutte le spiegazioni necessarie [...] al fine di pervenire ad un calcolo dei costi attendibile e condiviso".

E voi, cosa pensate delle ultime dichiarazioni che vi abbiamo riportato nell'articolo? Come da prassi, vi ricordiamo la possibilità di condividere con gli altri lettori del sito le vostre opinioni su quanto appena esposto tramite la funzione commenti. Se invece preferite ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento sui temi di lavoro e previdenza vi ricordiamo di cliccare il comodo tasto "segui" che trovate vicino al titolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!