Un necessario punto della situazione in materia di procedimento per l'inserimento dei diplomati magistrale in GaE: si arriva a parlare di Adunanza Plenaria, ma intanto la questione non appare definita. Resta infatti anche la problematica sulla partecipazione o meno al concorso a cattedra, negato dai docenti che hanno conseguito l'abilitazione all'insegnamento. Vediamo dunque insieme qual è stata l'ultima sentenza del Consiglio di Stato in relazione all'entrata nelle Graduatorie ad esaurimento dei diplomati magistrale, considerando ricorrenti e no.

Aggiornamenti a oggi 9 febbraio 2016 - consultate anche la pagina della Uil di Pisa - ma se qualche altro docente avesse qualche altra info a riguardo può inserirla al di sotto dell'articolo, nella sezione dedicata ai commenti.

Gae per diplomati magistrale, pronuncia del CdS

Una situazione difficile per gli insegnanti della Scuola dell'infanzia e primaria con diploma magistrale, al momento inseriti nella II fascia delle GI, esclusi dal piano di assunzione in ruolo de la Buona Scuola, e che attendono l'inserimento in GaE da sempre negato.

In base all’ultima decisione del CdS con aggiornamenti a oggi 9 febbraio 2016, questo ha disposto che a decidere 'sulla sorte' dei diplomati magistrali sarà l’Adunanza Plenaria, un organo previsto dal nostro ordinamento per la risoluzione dei casi in cuisia necessario un collegio giudicante più ampio rispetto a quello ordinario. Si consideri anche che l'attesa per la pubblicazione del bando per il concorso a cattedra getta maggiore sconforto non solo tra i ricorrenti che attendono una sentenza, ma anche tra coloro che sono indecisi sulla partecipazione o meno, nonostante l'abilitazione o comunque una laurea abilitante nella primaria.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

Si aggiunge anche uno sguardo lungimirante alla prossima apertura o aggiornamento delle Graduatorie di Istituto che porterebbe all'inserimento di ulteriori laureati, compromettendo un quadro già di per sé 'squilibrato'.

Possibili decisioni del Cds per accesso in GaE

È da considerare anche l'annosocaso dei ricorsi avviati, considerato dal CdS complesso a causa delle numerose sentenze e pronunce contrastantianchesu casi diinsegnanti molto simili tra loro.

Difficile infatti definire una linea unica e una sentenza comunein materia diinserimento in GaE, se già a partire dalla risposta (vincita o rigetto) del ricorso si hanno delle sentenze differenti.Al momento sono possibili tre eventualità: inserimento in GaE per tutti i diplomati magistrale senza considerare l'avanzamento di un ricorso, o inserimento solo per i ricorrenti; altra via da considerare, ultima ma non per importanza, è quella che potrebbero escludere completamente questa categoria di insegnanti dalle GaE, perseguendo l'idea del ministro Giannini che è sempre rimasto fermo sull'accesso nella scuola per concorso.

È anche importante dare un'occhiata al sito della Uil in cui si evidenziano nel dettaglio anche altri fattori della vicenda. http://www.uilscuolapisa.it/public/pisa/?p=4614 Se desiderate continuare a seguirci sulle GI, ricorsi per diplomati magistrale, e assunzioni, cliccate su 'segui', in alto a sinistra e/o votate la news.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto