Rivedere le pensioni di reversibilità e modularli in base all'Isee, è questa una delle misure introdotte nel nuovo disegno di legge presentato dal Governo Renzi che ha dato vita a non poche polemiche. Stando alle varie indiscrezioni, infatti, l'esecutivo avrebbe proposto il taglio degli assegni corrisposti alle vedove.

Il Governo presenta il ddl sugli assegni di reversibilità, è polemica

Come già tanti sanno, la pensione di reversibilità è quel trattamento previdenziale che viene corrisposto ai superstiti in caso di decesso del pensionato.

Si tratta di poco più di 3 milioni di beneficiari per una spesa complessiva di circa 25 milioni di euro. Con il nuovo ddl presentato nei giorni scorsi, il Governo intende rivedere le cosiddette Pensioni di reversibilità, ovvero di regolare la prestazione, in base all'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) andando a penalizzare la maggioranza dei beneficiari. "Il principio che regola l'accesso alle prestazioni deve essere universalistico per cui, tenuto conto dei bisogni specifici, l'accesso selettivo alle prestazioni è regolato dalla sola condizione economica, misurata a tal fine dall'Isee", recita il ddl contenuta nella cosiddetta Delega Povertà approvata nelle scorse settimane.

E' questo il motivo che ha scaturito numerose polemiche tra le varie forze politiche. A tal proposito è intervenuto il leader della Lega Nord Matteo Salvini manifestando tutta la sua indignazione: "un Governo che fa cassa sui morti mi fa schifo", ha detto. Anche il Presidente della Commissione Lavoro alla Camera Cesare Damiano ha spiegato che una misura del genere non sarebbe accettabile in quanto si andrebbe ad aggiungere agli altri interventi introdotti dalla Legge Fornero che hanno "stravolto " il sistema previdenziale italiano.

Poletti rassicura: 'la polemica è totalmente infondata'

La risposta del Governo non tarda ad arrivare e il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti rassicura affermando che i tagli sugli assegni di reversibilità potrebbero essere applicati sui trattamenti futuri e non su quelli posti in essere: "la polemica sulle pensioni di reversibilità è totalmente infondata. C'è chi cerca facile visibilità e si diletta ad inventare un problema che non c'è per po poter dire di averlo risolto", ha spiegato.

Intanto, secondo quanto riportato dall'Ansa, i sindacati Cisl, Cgil e Uil avrebbero chiesto un incontro al Presidente della Commissione Lavoro alla Camera Cesare Damiano.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!