Le ultime novità sulle Pensioni 2016 e sul caldo tema concernentele uscite anticipategiungono da Davide Tripiedi, del movimento cinque stelle, con cui ci siamo confrontati e con cui abbiamo parlato sia del decreto 857 a prima firma Damiano quanto dell'opzione donna, eccovi quanto emerso dalle sue parole. Interessanti altresì le novità giunte su facebook da Walter Rizzetto in merito alla sua prossima risoluzione riguardante l'estensione del regime opzione donna anche per gli uomini, i dettagli.

Consensoparziale per il ddl 857 di Damiano: dovrebbe essere slegato dall'età anagrafica

-Onorevole Tripiedi, il 18 /2 scorso era presente in commissione per ascoltare le richieste dei lavoratori precoci, il movimento 5 stelle è favorevole al ddl 857 proposto da Damiano Baretta?

Ni. Ok la flessibilità, ma non deve essere troppo penalizzante per i lavoratori. Non ci piace l'idea che la pensione sia legata all'età anagrafica. Mi spiego con un semplice esempio: perché un lavoratore di 60 anni, con 38 anni di contributi, non può andare in pensione, mentre un lavoratore di 63 anni, con 35 anni di contributi lo può fare?

Questo secondo noi è un grosso problema, soprattutto per chi svolge lavori faticosi e pesanti esclusi dal beneficio previdenziale dei lavori usuranti. A tal proposito si ricordino gli edili, il saldatore, il camionista, il macchinista e molti altri.

Opzione donna troppo penalizzante?

- E'favorevole alla proroga al 2018 per OD? La legge sperimentale 243/2004 dovrebbe essere, come dice Rizzetto, estesa anche ali uomini?

La proroga di un solo anno per la cosiddetta opzione donna, è costata più di 2 miliardi, in più si penalizzano le pensioni delle donne di circa il 30%.IoPERSONALMENTE punterei di più sulla flessibilità, sia per gli uomini che per le donne. Non credo che una lavoratrice sia disposta dopo 35 anni di duro lavoro, vedersi decurtare la pensione dopo tutti i sacrifici che ha fatto tra famiglia e lavoro, non si parla di piccole cifre.

Le donne con la riforma Fornero sono già state troppo penalizzate. OD è una soluzione che tende a favorire le fasce più agiate del lavoro femminile. Una sorta di "beneficio" che può permettersi solo chi ha versato una generosa contribuzione. È invece punitiva per la maggior parte delle lavoratrici italiane.

243/2004, soluzione utile anche per gli uomini?

Di parere opposto Walter Rizzetto che ha scritto su Facebook un lungo post in cui comunica che presenterà addirittura una risoluzione che vada ad impegnare il Governo ad estendere, come buona pratica e senza nulla togliere alle donne, il sistema anche ai soggetti di sesso maschile.

Battaglia da tempo intrapresa dal gruppo facebook 'opzione donna anche per gli uomini' . Piacevolmente stupita e meravigliata dall'iniziativa Orietta Armiliato, referente per la comunicazione del Comitato, che sulla pagina ufficiale facebook ha subito condiviso il post dell'onorevole Rizzetto, facendo un'ironica premessa: Pensare, dice, che fino a poco tempo fa, quando parlavo di opzione donna mi si guardava come "se avessi due teste".

Cosa ne pensate della proposta di Rizzetto di estendere l'opzione donna a tutti? La condivideteo siete maggiormente concordi con l'onorevole del M5S?

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!