Continuano a registrarsi nuove prese di posizione in merito al tema della reversibilità delle Pensioni e al progetto di razionalizzazione avanzato dal Governo. Ad aggiungersi ai commenti che vi abbiamo riportato nei giorni scorsi vi è anche l'Associazione Nazionale Anziani e Pensionati (ANAP) di Confartigianato, che esprime la propria contrarietà sulla proposta in essere nella legge delega e chiede di fare un dietrofront in merito all'ipotesi di passare gli assegni di reversibilità dal settore della previdenza a quello dell'assistenza. "A nome di milioni di pensionate e pensionati che già godono della pensione di reversibilità e di quelli che potrebbero nel prossimo futuro averne diritto, chiedo al Governo di fare chiarezza immediata su cosa comportano per le famiglie le innovazioni contenute nel disegno di legge delega sulla povertà" ha affermato il Presidente Gianpaolo Palazzi.

Riforma Inpse nodo assegni reversibili: si resti nel perimetro previdenziale

Stante la situazione, è chiaro che il timore risulta quello di un nuovo intervento correttivo che vada a colpire i pensionati; in questo senso, le prese di posizionegiunte finora dall'esecutivo non sarebbero sufficienti a tranquillizzare gli esponenti dell'Anap. "Dalle dichiarazioni degli esponenti del Governo non sono emerse rassicurazioni del tutto convincenti" prosegue Palazzi, spiegando che l'associazione continua ad avere un picco di contatti da parte dei propri iscritti, i quali esprimono le proprie ansieper la possibilità di un intervento sulle pensionidi reversibilità. Resta quindi ancora alta la preoccupazione e la confusione su quanto potrebbe accadere qualora il provvedimento fosse effettivamente portato avanti.

Per l'Anap, gli assegni reversibili devono restare all'interno del perimetro della previdenza e non possono essere correlati con quello dell'assistenza, visto che risultano "un diritto che si matura con la contribuzione".

E voi, cosa pensate in merito alle ultime dichiarazioni rilasciate dall'Anap? Fateci conoscere la vostra opinione al riguardo tramite l'inserimento di un nuovo commento nel sito.

Se invece preferite restare aggiornati su tutte le prossime notizie riguardanti il comparto previdenziale vi suggeriamo di utilizzare la comoda funzione "segui" disponibile in alto, vicino al titolo dell'articolo.