Neanche le festività pasquali frenano le discussioni, le riflessioni e le proposte sulla questione previdenziale e pensionistica in particolare. Le ultime notizie, infatti, sul versante pensionistico ci rivelano che esponenti di rilievo del governo e dell’Istituto di Previdenza nazionale, il  professor Tito Boeri, sulla questione previdenziale concordano nell'affermare e sostenere la loro posizione favorevole all’approvazione di misure ed interventi sulle Pensioni.

Nannicini è con Boeri, 'riformare la Fornero si può'

Tommaso Nannicini, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, si schiera dalla parte di Boeri quando afferma che "una riforma del sistema pensionistico attualmente vigente e regolamentato dalle rigide norme della legge Monti-Fornero del dicembre 2011, è possibile".

Pubblicità
Pubblicità

Occorre solo convincere e dimostrare all’Europa, calcoli alla mano, che i costi iniziali sostenuti dai conti pubblici possono essere facilmente recuperati con penalizzazioni a carico del lavoratore che deciderà di uscire dal mondo del lavoro anticipatamente. Inoltre nuove norme per la flessibilità in uscita dal lavoro consentirebbero di dare una boccata di ossigeno a chi il lavoro non ce l'ha, in particolare alle nuove generazioni.

Pubblicità

Il ricambio generazionale, come ben sappiamo, è richiesto ed invocato non solo dai diretti interessati ma anche da una larga maggioranza trasversale e dai sindacati.

Padoan e Poletti aprono all'assegno universale e alla mini pensione

Il ministro dell’Economia e delle Finanze Padoan ed il ministro al lavoro Poletti, dal canto loro, hanno aperto alla possibilità di alcune modifiche alla legge sulle pensioni, come  all'introduzione dell’assegno universale, già in uso in diversi paesi europei e all’ipotesi delle mini pensioni. Misure più realizzabili da un punto di vista di sostenibilità e compatibilità dei costi per la bilancia pubblica.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Offerte Di Lavoro

Inoltre il ministro Padoan ha colto con favore le parole del presidente della Banca Europea, Mario Draghi, circa la necessità del taglio delle tasse e gli investimenti al fine di agevolare l'occupazione, in particolare giovanile, e la produttività. A fare il verso al presidente della Banca europea c'è anche la segretaria nazionale della Cgil, Susanna Camusso, la quale ritiene "necessaria quanto urgente una riforma della legge Fornero se si vuole dare una prospettiva previdenziale e nuove opportunità di lavoro ai giovani".

Nei pensieri della Camusso, ma in verità di tutti i sindacati, c'è  inoltre la necessità di una soluzione per i precoci ed una maggiore flessibilità che, si sostiene, "consentirebbe a questa categoria di lavoratori, fin troppo penalizzati dalla Fornero, di lasciare finalmente il mondo del lavoro con 41 anni di contributi".

Se volete sempre essere aggiornati sul tema pensioni, allora cliccate su "segui" posto in alto sopra al titolo.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto