Pensioni e flessibilità in uscita sono le "padrone" dei dibattiti, delle riflessioni e delle proposte di questi giorni. Le tre organizzazioni sindacali oltre che fare il verso e sostenere la proposta di Cesare Damiano, il disegno di legge 857, che prevede la flessibilità in uscita e la quota 41 favorevole ai cosiddetti lavoratori precoci, levano alta la voce e dichiarano di essere pronte per intraprendere delle iniziative unitarie con una mobilitazione nazionale sulle questioni pensionistiche e previdenziali, flessibilità in uscita in particolare.

Pubblicità
Pubblicità

Sindacati uniti contro la Fornero, presto mobilitazione 

La Cgil, con la propria leader Susanna Camusso e la Uil con Carmelo Barbagallo, a margine di un convegno alla Camera, hanno espresso chiara e forte la loro posizione sul tema pensioni “abbiamo deciso di prendere iniziative a breve". “La flessibilità in uscita serve ora” afferma Barbagallo, che aggiunge che questo è il momento per affrontare il disagio dichiarandosi d'accordo con il presidente dell'Inps, il professore Tito Boeri.

Pubblicità

Il presidente Boeri, infatti, ha più volte ribadito l'urgenza e la necessità di rivedere le rigide norme sulle pensioni della legge Monti-Fornero del dicembre 2011, in particolare quelle che riguardano la flessibilità in uscita.

Il presidente dell'Inps Boeri contro la Fornero, alleato dei sindacati

Tito Boeri, inoltre, come riportato in questi giorni da "La Repubblica", pur comprendendo che esistono priorità ineludibili da parte del governo, ha sostenuto con forza che la riforma della Fornero bisogna farla adesso, "perché è adesso che il problema si pone, non tra due o tre anni”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

L'urgenza e la necessità della revisione delle norme scritte nella Fornero, sono improcrastinabili  in quanto queste stesse norme hanno penalizzato e continuano a penalizzare, soprattutto l'accesso al mondo del lavoro delle giovani generazioni. “è adesso che sono vincolati, più in là non ci sarà più questa cosa e quindi verrà meno questa necessità”. ha affermato Boeri in un convegno all"università Cattolica di Milano.

Come, del resto, sostenuto nei giorni scorsi dalla Federmanager. Se volete sapere come andrà a finire allora seguiteci, come sempre vi terremo aggiornati.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto