Sul fronte flessibilità in uscita non poteva mancare il parere dell’ex ministro del lavoro TizianoTreu. L'ex Ministrosi è dichiarato favorevole sul disegno di legge 857 del partito democratico, a prima firma di Cesare Damiano, Pierpaolo Baretta e Marialuisa Gnecchi, che prevede62 anni di età, 35 anni di contribuzione ed una penalità del 2% per ogni anno mancante al pensionamento.

La proposta Pd è conveniente per il lavoratore ma non per lo Stato

La proposta Pd sulla flessibilità torna utile al lavoratore, afferma Tiziano Treu però risulta inizialmente ‘costosa’ per lo Stato. Se si riuscisse a conciliare tale proposta con il piano Boeri che prevede una penalità del 3%, l’uscita anticipata sarebbe sicuramente più sostenibile.

Secondo Treu la proposta Pd è una strada percorribile, anche se appare costosa nell’immediato per i conti pubblici, ma che nel lungo periodo consentirà un risparmio notevole. PerTreu, occorrono anche misure che permettanonon solo l'anticipo della pensione, ma anche allenorme della legge Fornero. modifiche come il part time o la mini pensione, al fine di consentire al dipendente la possibilità di scegliere la soluzione più idonea alle proprie esigenze.

Damiano non molla i precoci, occorre approvare la quota 41

Il presidente della commissione lavoro Cesare Damiano insiste per laQuota 41per i lavoratori precoci, per consentire loro di andare in pensione con 41 anni di contributi indipendentemente dall'età anagrafica. Il governo deve approvareentro la fine del 2016 lariforma delle Pensioni, “Vorrei che il 2016 fosse dedicato a realizzare la flessibilità delle pensioni e risolvere il problema dei lavoratori precoci“, afferma Damiano.Sul temaopzione donna, riscuotefavori il pareredel vicepresidente della Commissione lavoro alla Camera, Walter Rizzetto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Il vicepresidente ha sostenuto che sarebbe giusto estendere i benefici dell’OpzioneDonna, anche agli uomini in quanto hanno svolto e svolgono più o meno le stesse cose delle lavoratrici.

Insomma la materia pensionistica si arricchisce ogni giorno di più di notizie e pareri che fanno pensare che qualcosa si stia muovendo nel verso giusto delle modifiche, o almeno tutti lo sperano e tutti le invocano.

Staremo a vedere cosa accadrà alla ripresa dei lavori dopo la pausa pasquale. Se volete gliaggiornamenti sulle pensioni,cliccate su segui posto in alto

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto