E' stata firmata nella giornata di ieri, 19 aprile 2016, la nuova circolare del ministero dell'Istruzione contenente le indicazioni operative alle scuole per l'assegnazione del bonus di valutazioneagli insegnanti meritevoli, secondo determinati criteri che verranno fissati dal comitato di valutazione di ciascun istituto. L'indiscrezione si legge sulle pagine di Italia Oggi del 20 aprile: secondo il quotidiano economico proprio a partire daoggi la circolare sarà inviata a tutte le scuole. I docenti saranno premiati perché si sono contraddistinti per i risultati raggiunti nel campo della didattica e della preparazione degli studenti ma, secondo i calcoli fatti nelle ultime settimane, dei 200 milioni di euro da distribuire tra tutte le scuole italiane, mediamente solo un insegnante su dieci prenderà il premio.

Bonus di merito ai docenti, bocciata la contrattazione sindacale: ecco perché

La circolare del ministero dell'Istruzione arriva al termine di un periodo di duro scontro con i sindacati sul bonus di valutazione. Nello specifico, trattandosi di una indennità accessoria in busta paga, il premio avrebbe dovuto essere deciso al termine di una contrattazione del Miur con gli stessi sindacati, trattativa che però non c'è stata data la linea di assoluta chiusura del dicastero di Viale Trastevere sul punto. Nella circolare del Miur, si legge ancora su Italia Oggi, viene ribadito che l'introduzione del premio di valutazione previsto dalla legge sulla Buona Scuola non può essere annacquato dalla contrattazione sindacale.

Premio di valutazione scuola 2016: come e quando verrà assegnato ai docenti?

Nella nota del ministero dell'Istruzione viene ribadito che il bonus di valutazione verrà deciso dal dirigente scolastico che individuerà i docenti maggiormente meritevoli del premio. Ma nella circolare viene specificato che il preside, nell'assegnazione del bonus, dovrà assicurare la maggiore partecipazionepossibile dell'intera comunità scolastica.

In altre parole conteranno le indicazioni del comitato di valutazione, ma la decisione finale spetterà soltanto al preside. Lo stesso dirigente scolastico sarà, a sua volta, destinatario di valutazione per le modalità ed i criteri adottati nell'assegnazione del bonus attraverso un monitoraggio dello stesso Miur sui migliori procedimenti seguiti. L'accredito del bonus dell'anno scolastico 2015/2016 ai docenti meritevoli avverrà, presumibilmente, nella busta paga del prossimo giugno.