Torniamo ad aggiornare i nostri lettori sugli scioperi aereiprevisti per la giornata di domani 5 luglio, in particolare per quanto riguarda il personale di Alitalia. L'estate si promette infatti piuttostocalda non solo dal punto di vista meteorologico, ma anche per quanto riguarda le rivendicazioni sindacali. Nelle prossime righe vi forniremo le indicazioni riguardanti le sigle aderenti, il tipo di personale che si troverà ad incrociare le braccia ed ovviamente gli orari di apertura e di fine delle azioni di protesta.

Gli scioperi previsti nel settore aereo per il 5 luglio 2016

La prima mobilitazione di cui vi parliamo riguarda il personale del gruppo Alitalia - Cityliner, aderente ai sindacati Filt - Cgil, Fit - Cisl, Uilt - Uil e Ugl TA del settore aereo. La protestaprenderà luogo a partire dalle ore 11 del mattino fino alle 3 del pomeriggio e sarà valida per tutto il territorio nazionale. Ovviamente bisognerà verificare l'effettiva platea del personale aderente, ma è opportuno preparasi in anticipo rispetto a possibili ritardi o disagi.

Sulla stessa lunghezza d'onda troviamo la proclamazione dello sciopero ad opera delle sigle Anpac, Anpav, Usb Lavoro privato, in rappresentanza del personale navigante, dei piloti e degli assistenti di volo del Gruppo Alitalia Sai. Anche in questo caso i lavoratori incroceranno le braccia a partire dalle ore 11.01 fino alle 15.00. Infine, ricordiamo il personale navigante di cabina aderente a Confael Assovolo Trasporto Aereo, che si fermerà sulla base degli stessi orari.

Le motivazioni dei sindacati a conferma dello sciopero

In merito ai motivi che hanno portato alla proclamazione dello scioperoi sindacati richiamano alla vertenza in corso da più di novanta giorni, sulla base della quale le parti sociali hanno richiesto un intervento correttivo da parte della società, che però sarebbe mancato ad arrivare. Si tratta di questioni come il rispetto degli orari di lavoro e il mancato esonero del lavoro notturno.

A preoccupare poi è anche la pratica della cessione di attività di volo a vettori extraeuropei, mentre i lavoratori lamentano pressioni e immotivati licenziamenti.

La risposta dell'AD di Alitalia

Non si è fatta attendere la risposta di Cramer Ball, A.D. di Alitaia, che ha inviato una lettera ai dipendenti chiedendo di riconsiderare l'idea di scioperare annullando la mobilitazione e adottando una prospettiva più ampia sullo sviluppo del vettore aereo. Resta il fatto che al momento lo sciopero appare ancora come confermato sul sito del Ministero dei Trasporti, pertanto i viaggiatori dovranno organizzare i propri viaggi tenendo in considerazione gli orari dello sciopero ed i possibili disagi che ne deriveranno.

Il consiglio è quello di effettuare una verifica prima di recarsi in aeroporto tramite i call center dedicati all'assistenza clienti.

Come da nostra abitudine restiamo a disposizione qualora desideriate condividere con gli altri lettori del sito la vostra opinione in merito alle ultime novità che vi abbiamo riportato, tramite l'inserimento di un commento. Se invece preferite ricevere tutte le prossime notizie riguardanti lavoro e pensioni potete utilizzare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!