Arrivano importanti novità in merito allo sciopero dei mezzi pubblici previsto a Roma per la giornata del 26 luglio 2016. Diversi sindacati coinvolti nella mobilitazione hanno infatti deciso di sospendere la protesta, mentre l'Ugl ha confermato che i lavoratori aderenti alla propria sigla si asterranno dal lavoro. Quello che ne consegue è uno scenario caratterizzato da evidenti dubbi sull'evolversi della situazione, anche seil trasporto locale dovrebbecomunque restare garantito seguendo le seguenti fasce orarie:da inizio servizio alle 8:30 e dalle 17:00 alle 20:00 per quanto concerne la giornata lavorativa.

Mentre riguardo alle fasce notturne contigue alla giornata precedente ed a quella successiva del possibile sciopero, potrebbero verificarsi disagi sia sui mezzi di superficie che sulla metropolitana, soprattutto per quanto concerne biglietterie e servizi accessori come scale mobili e ascensori.

Sciopero dei trasporti localia Roma: le motivazioni alla base del rinvio

In merito ai motivi che hanno portato ad un rinvio è stata rilasciata una nota congiunta dei sindacati, con la quale hanno spiegato che non si è voluto far pesare sulla cittadinanza e sui turistidisagi aggiuntivi rispetto a quelli già riportati dagli autisti, in difficoltà per le proprie condizioni di lavoro. I sindacatiriportano notizie di situazioni drammatiche sia per loro che per gli utenti della rete, a partire da quelle dovute alle mancanze croniche di mezzi (autobus e treni), per proseguire con un contesto organizzativo complessivoche viene definito non adeguato per le necessità di una capitale europea.

Resta comunque il fatto che disagi potrebbero verificarsi durante tutto il giorno, perciò il consiglio per chi ha la possibilità di spostare il viaggio è quello di anticipare o posticipareil proprio arrivo a Roma, in modo da essere sicuro di non andare incontro a problemidovuti a ritardi o cancellazioni di corse.

E voi, cosa pensate in merito alle ultime novità sullo sciopero dei mezzi previsto a Roma nella giornata di domani?

Fateci conoscere la vostra opinione al riguardo tramite l'aggiunta di un nuovo commento nel sito. Mentre per ricevere le prossime notizie di aggiornamento su lavoro e pensioni vi ricordiamo di utilizzare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!