La battaglia per le pensioni dei precoci e per ottenere la quota 41 per tutti continua, e nella giornata di ieri una delegazione di precoci ha incontrato il Governo Renzi nella persona del sottosegretario Tommaso Nannicini per far valere le proprie ragioni e ribadire come il bonus contributivo di cui si è parlato nelle ultime settimane non sia la soluzione ideale per questa platea di lavoratori. Vediamo allora come è andato l'incontro e cosa ci si dovrà aspettare nella prossima riunione del 21 settembre tra Governo e Sindacati.

Ultime novità pensioni precoci: quota 41 chiesta dalla delegazione

Roberto Occhidoro, amministratore del gruppo "lavoratori precoci a tutela dei propri diritti" e membro della delegazione dei precoci che ieri ha incontrato Nannicini, ha spiegato tramite un post su facebook la situazione e come è andato l'incontro. Stando alle sue parole ecco le ultime news sui precoci. Il governo ha preso atto delle richieste, e ha già risposto affermativamente su due importanti punti: dal 2017 scompariranno le penalizzazioni per chi esce dal mondo del lavoro prima dei 62 anni con i vecchi requisiti della legge Fornero, e l'abolizione delle ricongiunzioni onerose.Il tema principale su cui però ancora non si è trovata una soluzione è l'uscita con quota 41 per tutti.

I lavoratori da anni a chiedono, ma il Governo fino ad ora ha sempre preso tempo, spiegando che sarebbe una soluzione troppo costosa per le casse dello stato.

Notizie Pensioni precoci, le news su quota 41: niente bonus contributivo, soluzioni alternative?

Anche nell'incontro di ieri, Nannicini ha ribadito come i costi per la quota 41 sono molto elevati.

Stando a quanto detto da Occhidoro il Governo ha capito che la soluzione con il bonus contributivo non è giusta per i precoci, e per questo è stata depennata e ci sono allo studio altre proposte che saranno discusse con i sindacati il 21 settembre prossimo. I precoci quindi incontreranno nuovamente il Governo dopo il 21p'er chiudere finalmente la questione.

Occhidoro, nonostante l'incontro di ieri sia stato interlocutorio si dichiara positivo: "Sappiamo che non è il massimo della vita quello che è venuto fuori oggi, ma ( sensazione personale) credo che spunteremo qualcosa che si avvicinerà molto ai nostra desiderata." Per ora è tutto, ma vi ricordiamo che potete rimanere sempre aggiornati con le ultime novità sulle Pensioni precoci cliccando segui in alto e ricevendo così le notifiche per i prossimi articoli.