Anche quest'anno i dati lanciati dall'Eurydice(la rete europeache raccoglie, aggiorna, analizza e diffonde informazioni sulle politiche, la struttura e l’organizzazione dei sistemi educativi europei),mettono in evidenza la carenza del sistema scolastico italiano,nonostante la riforma della Buona Scuola:una delle note dolenti restano gli stipendi del personale.

Le retribuzioni sono state congelate nel 2009 al fine di ridurre il deficit pubblico, e ad oggi sonocalate del 7% in termini di potere d'acquisto. La situazione è diversa nel resto dell'Europa, dove invece continuano a salire.

Vediamo maggiori dettagli a riguardo.

Gli stipendi dei docenti in Europa e in Italia

Nella scuola italiana si parla e tanto di riforma della Buona Scuola, di allineamento agli altri paesi europei a livello formativo, mentre manca qualsiasi riferimento ad un allineamento dei salari base. Nei vari Stati dell'UE, negli ultimi sette anni gli stipendi sono stati adeguati al costo della vita. Ne sono validi esempi Germania, Danimarca, Paesi Bassi, Portogallo e Spagna. Soprattutto nel Paese iberico, la legge finanziaria del 2016 ha stabilito un aumento dell’1% delle retribuzioni di tutti i dipendenti pubblici, compresi gli insegnanti.

In Italia gli allineamenti all'Europa si stanno avendo solo sul versante della formazione, sempre più ricca di ore obbligatorie da svolgere sia in presenza sia online.

Cosa pensano i docenti della riforma Buona Scuola? Ad un anno dalla sua approvazione, gli insegnanti la bocciano. Infatti, secondo il campione di intervistati, si è evidenziato cheper il 77% dei docenti la riforma non avrà effetti positivi per la loro professione e sulla qualità dell’insegnamento.

Infine il44% degli addetti ai lavori avrebbe preferito un aumento di stipendio al bonus di 500 euro per l’aggiornamento e la formazione professionale, precisando che con un guadagno adeguato al lavoro svolto, essi sarebbero motivati maggiormente a svolgere il proprio lavoro nel migliore dei modi. Puoi restareaggiornato sul mondo della scuola premendo il tasto "Segui".