La Legge di Stabilità 2017 è stata approvata da entrambe le camere e a partire dal primo gennaio 2017 entrerà in vigore dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Numerose saranno le novità che inizieranno ad essere operative dal prossimo anno come per esempio, il delicato tema della previdenza.

Non solo Ape, dal prossima anno si uscirà anche con la RITA

L'Ape volontario ha ricevuto la maggior parte dei consensi e potrà essere utilizzato dai lavoratori a partire dai 63 anni di età anagrafica a condizione che siano maturati almeno 20 anni di versamenti contirbutivi.

Una misura in via sperimentale che decollerà a partire dal prossimo maggio ma che potrebbe essere prorogata fino al 2018. Il provvedimento, infatti, mirerà ad un'uscita più flessibile erogando una sorta di mutuo con l'ausilio di banche ed istituti di assicurazione da restituire nel momento in cui vengono raggiunti i requisiti per la pensione piena.

La novità che riguarda la maggioranza di lavoratori sia del settore privato che del settore pubblico sta nel fatto che per anticipare l'uscita dal mondo lavorativo si potrà utilizzare la RITA, ovvero la rendita integrativa temporanea anticipata con una tassazione agevolata che va tra il 15 e il 9 %.

Difatti, coloro che raggiungono almeno 20 anni di contributi e maturano il diritto al pensionamento obbligatorio entro 3 anni e 7 mesi potranno erogare totalmente o in modo parziale la prestazione maturata presso fondi di previdenza complementare a condizione che, il loro assegno non sia inferiore 1,4 volte il trattamento minimo Inps.

Agevolazioni fiscali con la RITA

Una misura che potrebbe rivelarsi utile visto che, gode di particolari agevolazioni fiscali: la prestazione, infatti, è assoggettata a ritenuta d'imposta pari a 15 punti percentuali che andrebbe ridotta del 2 % per ogni anno che eccede il 15 esimo anno di iscrizione a fondi complementari.

La misura, inoltre, è da intendersi flessibile visto che il lavoratore potrà scegliere di lasciare anticipatamente il lavoro attraverso l'anticipo pensionistico o erogare la rendita integrativa anticipata.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!