Le decisioni aziendali sono importanti, e se oltre all'organizzazione del lavoro riguardano anche la salute dei propri dipendenti ancora di più. È proprio quanto ha pensato Loris Garau, amministratore delegato della Dexanet, una società di comunicazioni di Sarezzo, di Brescia, quando ha proposto ai suoi di smettere di fumare o almeno tentare di restare lontano per un anno. Come sappiamo il fumo è la dipendenza più diffusa in Italia, e causa primaria di morte per circa 100 mila connazionali all'anno. Dati allarmanti se si pensa che oltre il 25 per cento dei decessi avviene tra i 35 e i 65 anni.

Nel formulare la singolare iniziativa, e prendendo spunto dalle scritte e dalle fotografie riportate sui pacchetti di sigarette, Garau vorrebbe ricompensare con mille euro tutti i volenterosi. Praticamente una mensilità in più in busta paga. Niente male. Saresti capaci a resistere?

Senza secondi fini

Per i più diffidenti, non si tratta di un'eventuale tentativo di ridurre le pause o un volere entrare nell'intimità del personale, ma ha come unico scopo allontanare le persone dal fumo a tutela della loro salute. A tale proposito, Loris Garau ha predisposto una convincente campagna informativa con il fine di sensibilizzare le coscienze e aprire dibattiti costruttivi che coinvolgano anche colleghi meno comunicativi.

In pratica si tratta di un bonus esclusivo per chi pensa alla propria salute e a tentare di guarire da tale dipendenza.

Il tabagismo in Italia

I dati Istat 2016 ci rivelano che la percentuale di italiani che si dichiarano fumatori si aggira intorno al 20%. In diminuzione rispetto all'inizio del 2000. Tuttavia, si registra un aumento nella fascia compresa tra 25 e 35 anni, che colpisce il 35 per cento dei giovani, mentre un 20 per cento quella dei giovanissimi fino a 20 anni.

Per quanto riguarda le donne, le più “viziate” hanno un'età compresa tra 55 e 60 anni. Tornando alla nobile iniziativa di Loris Garau, pare che due collaboratori abbiano già aderito, e qualora riescano nel tentativo potranno farsi un bel regalo da 1.000 euro, oltre che a un bel risparmio di denari sull'acquisto delle sigarette.