Sono cominciate le selezioni per 1000 posti di Lavoro alle Ferrovie dello Stato Italiane. La rete ferroviaria italiana è alla ricerca di nuove figure professionali, nell’ambito dei mestieri di ferroviere, manutentore e macchinista. Grazie ad un accordo finanziario con il fondo bilaterale e il sostegno sindacale, i nuovi posti di lavoro saranno disponibili a breve. Il decreto del Ministero del lavoro prevede l’integrazione di 1000 nuovi addetti che ne sostituiranno altrettanti che andranno in pensione.

Il piano industriale delle Ferrovie dello Stato è improntato verso nuove competenze moderne e adeguate per potere realizzare nuovi progetti più tecnologici e moderni. Si tratta di un turn-over generazionale, grazie ad un accordo finanziario che conta circa 124 milioni di euro e consentirà di andare in pensione lavoratori che abbiano maturato almeno 36 anni di contributi. Il direttore delle risorse umane del gruppo delle Ferrovie dello Stato Italiano Mauro Ghilardi fa sapere che nel piano pensionistico saranno coinvolti lavoratori che hanno dovuto subire nel corso degli anni le numerose modifiche delle normative pensionistiche.

Come candidarsi per partecipare alla selezione di 1000 posti di lavoro in FSI

Capitreno, manutentori, macchinisti e altri, potranno andare in pensione e ne entreranno altrettanti in seguito all’emanazione del decreto interministeriale del lavoro e dell’economia, quando verrà ottenuto l’accordo al regolamento del fondo previsto dal decreto legislativo 148 del 2015. Per potersi candidare basta allegare il proprio curriculum vitae al form di registrazione sul sito Internet delle Ferrovie dello Stato, che va compilato in ogni sua parte.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Offerte Di Lavoro

Bisogna inserire i propri dati comprensivi di codice fiscale nella sezione del servizio recruiting delle FS. Le varie aziende facenti capo al gruppo FSI potranno contare su nuovi lavoratori, perché oltre la metà dei dipendenti ha più di 50 anni e il 10% supera i 60; nei piani aziendali previsti dalla dirigenza vi è una modernizzazione globale che interesserà anche i nuovi dipendenti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto