Governo Gentiloni al lavoro sulla riforma Pensioni 2017. In attesa dell'incontro tra i leader delle organizzazioni sindacali e il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti, fissato per il 21 febbraio prossimo, l'esecutivo ha incontrato ieri i rappresentanti delle casse previdenziali private per discutere di alcuni aspetti di diverse misure previste nella legge di Bilancio 2017 e in via di attuazione e di nuove proposte da valutare nell'ambito della fase 2 della riforma pensioni che sarà al centro del confronto tra governo e sindacati che dovranno discutere anche dei dettagli dei decreti attuativi e dei provvedimenti tecnici per l'attivazione dell'Anticipo pensionistico, dell'Opzione donna estesa, dei benefici per i lavoratori precoci e delle altre novità in arrivo da quest'anno.

Pubblicità

Pensioni, il Governo Gentiloni prosegue la riforma all'insegna del confronto

Di rottamazione ruoli e di cumulo si è in particolare discusso ieri nel corso della riunione nella sede del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Tecnici del ministero, esponenti del governo e rappresentanti della casse di previdenza hanno fatto il punto sulla "definizione agevolata" delle somme iscritte a ruolo e sui nodi ancora da sciogliere a proposito del cumulo gratuito dei contributi pensionistici versati in differenti gestioni pensionistiche.

Cumulo previdenziale gratuito che il presidente della commissione Lavoro della Camera Cesare Damiano e la capogruppo del Pd nella stessa commissione Maria Luisa Gnecchi hanno già proposto di estendere anche alle lavoratrici che chiedono la pensione anticipata con la formula Opzione donna ancora in via di sperimentazione.

All'incontro - come riporta l'agenzia LaPresse - hanno partecipato i rappresentanti dell'Associazione degli Enti previdenziali privati e privatizzati, guidati dal presidente Alberto Oliveti e il sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali Massimo Cassano.

Pubblicità

Presenti per il ministero del Lavoro anche il capo di gabinetto Luigi Caso e la direttrice della direzione generale delle Politiche previdenziali Concetta Ferrari. A conclusione dell'incontro, il sottosegretario Massimo Cassano ha annunciato che è intenzione dell'esecutivo approfondire tutte le questioni sollevate allargando il tavolo di confronto ai rappresentanti e ai tecnici di tutti i soggetti pubblici interessati. L'esponente del governo ha chiesto alle casse previdenziali private di aumentare gli investimenti in Italia coinvolgendo le impresa in favore dello sviluppo dell'economia reale e di evitare dunque di fare investimenti finanziari all'estero.